MONTALTO DI CASTRO – Torna la grande danza al teatro Lea Padovani con due spettacoli unici, adatti ad un pubblico di tutte le età. Per due giorni la danza acrobatica, gli effetti speciali e l’energia prenderanno possesso del teatro. Sabato 2 maggio alle ore 21:00 andrà in scena ElectriCity della compagnia Evolution Dance Theater, che dopo il successo di “FireFly” torna in scena con un nuovo spettacolo visionario e atletico adatto ad un pubblico di tutte le età: ElectriCity è attualmente in tour in tutta Italia.

 

Idealmente ambientato in una Città Elettrica contenitrice ed evocatrice di forza ed energia in movimento, ElectriCity è un viaggio che stimola la fantasia attraverso il fascino di effetti speciali e acrobazie volanti in cui si fondono danza, illusionismo, video art, teatro ed acrobatica. Sempre più negli ultimi anni la danza acrobatica, l’illusionismo e la fisicità del movimento, confezionati in spettacoli visionari e poetici, hanno conquistato nuovo pubblico e tante sono le compagnie che di questo suggestivo genere hanno fatto la propria specialità: basti pensare a Momix, Kataklò o No Gravity. La compagnia Evolution Dance Theater nasce nel 2008 fondata dal coreografo d’origine americana Anthony Heinl, per sei anni danzatore nei Momix e assistente del loro creatore Moses Pendleton. Con ElectriCity Anthony Heinl si presenta al pubblico con trovate sceniche e coreografie che stupiscono e trasmettono positività.

 

Lo spettacolo ElectriCity è un susseguirsi di danze, volteggi, esercizi acrobatici e balzi. Il primo atto, poetico e visionario, è scandito da momenti in cui i veri protagonisti sono le luci, le ombre e le illusioni ottiche che sembrano spazzare via la forza di gravità. In questa atmosfera onirica non mancano esilaranti momenti di umorismo. Segue una seconda parte in cui a dominare sono invece l’energia, il dinamismo e la potenza fisica. Un tappeto gonfiabile riempie l’intero palcoscenico offrendo ai danzatori l’occasione di esibirsi in salti spettacolari e coreografie trascinanti dal ritmo sostenuto. La colonna sonora dello spettacolo è un’ottima combinazione di melodie note ed altre più ricercate, che mette insieme musica elettronica, rock e sonorità hip-hop. ElectriCity è dunque un piacevole grande show in cui stimoli e sensazioni sono stuzzicati soprattutto da idee particolari e da una costruzione tecnica di luci ed effetti scenici molto riuscita.

 

Domenica 3 maggio alle ore 18:30 sarà la volta de Il Mago dei Fiori della Compagnia Cie Twain diretta da Loredana Parrella che dello spettacolo firma la regia e le coreografie. Il Mago dei Fiori nasce da un breve racconto scritto da Piero Cherici. La storia racconta della paura di ciò che non si conosce e che ci sembra diverso. Un incontro di sensibilità e linguaggi che offre, sul filo del racconto, una suggestiva drammaturgia di segni che raccontano il percorso da compiere per la propria crescita.

 

Il Mago dei fiori è la vita di ogni giorno che ci presenta mille incontri diversi. Martino, il protagonista, si spaventa quando vede nel giardino del paese dei fiori neri, fiori che non ha mai visto; nella confusione e nella paura, Martino scappa e, come in tutte le favole, si trova a dover attraversare un bosco. Un bosco popolato da animaletti evocati dalla musica, un bosco in cui Martino incontrerà alcuni personaggi “famosi” delle favole che, passo dopo passo, lo condurranno alla casa del Mago dove riuscirà a danzare sopra un giardino pieno di fiori di tutti i colori, superando le sue paure, condizione indispensabile per tornare a casa.

 

Electricity
2 Maggio
Intero 12 euro
Ridotto 8 euro
(Allievi delle scuole di danza – gruppi di 10 persone
Acquisto online: www.biglietto.it

 

Il Mago dei Fiori
3 Maggio
Intero 6 euro
Ridotto 3 euro
(Gruppi di dieci persone e bambini sotto i 5 anni)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email