TARQUINIA – Il 1 Dicembre 2015, le classi del Liceo dell’Istituto San Benedetto di Tarquinia, hanno partecipato ad una visita guidata sulla nave “Maestrale”della Marina Militare Italiana, impegnata nella sua ultima Campagna lungo la Penisola. Partita da Trieste con destinazione LaSpezia , la nave toccherà i principali porti italiani per il suo ultimo saluto; infatti, a malincuore, questa storica Fregata sarà disarmata definitivamente una volta raggiunta la sua destinazione.

 

Grazie al supporto della Capitaneria di porto di Civitavecchia, i ragazzi del liceo hanno potuto usufruire di questa grande opportunità, vivendo un’esperienza ricca e significativa. Il personale di bordo ha guidato gli studenti in un percorso, illustrando loro tutte le attrezzature tecniche, il potenziale di fuoco e la plancia della nave e, visto il particolare coinvolgimento ed entusiasmo dimostrato dai ragazzi, in via del tutto eccezionale, gli ufficiali hanno dato loro il permesso di accedere ad alcuni locali sotto coperta, altrimenti non accessibili.

 

Lì hanno potuto constatare come si svolge la vita quotidiana in mare, attraversando i corridoi che mettono in comunicazione la mensa, con l’infermeria per ritornare nuovamente sul ponte, dove le guide hanno mostrato la pedana di atterraggio degli elicotteri e l’hangar dove era stato allestito un maxi schermo che illustrava le numerose attività svolte dalla nave.

 

Nella mattinata i militari hanno invitato le classi a partecipare alla manifestazione della S.I.C.S. (scuola italiana cani da salvamento), sul ponte principale della nave Maestrale, dando loro anche la possibilità di essere coinvolti in più dimostrazioni, con grande interesse ed entusiasmo.

 

Grazie alla competenza , ma soprattutto alla disponibilità del personale di bordo, gli studenti hanno potuto soddisfare ogni loro curiosità ponendo quesiti e domande pertinenti, sul lavoro e la vita di bordo, nonché su come entrare a far parte della Marina Militare. Da sottolineare la grande umanità con cui tutto il personale ha saputo rapportarsi ai ragazzi instaurando un clima di estrema empatia che ha pervaso tutta l’esperienza.

 

I risultati sono stati più che soddisfacenti , la ricaduta sugli studenti è stata ottima tanto che qualcuno già pensa di includere nei progetti per il proprio futuro la possibilità di entrare a far parte di questo mondo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email