Il Magnifico Rettore dell’Università della Tuscia ha conferito il titolo di laurea in Scienze Politiche delle Relazioni Internazionali a 134 Marescialli di terza classe. Ben 31 Marescialli hanno ottenuto il voto di 110 con lode.

Giovedì 11 luglio 2019, presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare / Comando Aeroporto di Viterbo, si è tenuta la cerimonia di conferimento degli attestati di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali ai 134 Marescialli di 3^ classe appartenenti al 19° corso “Zephyr”.

La cerimonia, presieduta dal Comandante della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare e dell’Aeroporto di Viterbo, Col. Leonardo Moroni, anche in rappresentanza del Comandante delle Scuole/3^ Regione Aerea di Bari, Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande, si è svolta alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università della Tuscia, Prof. Alessandro Ruggieri, dei Professori, del Consiglio di laurea, delle Autorità civili e militari della città di Viterbo e dei familiari dei laureandi.

Nel suo indirizzo di saluto il Colonnello Moroni, nel ringraziare tutti coloro che hanno operato per consentire questo momento, ha sottolineato come “l’evento di oggi suggella infatti il completamento dell’iter formativo di base e crea le premesse per l’inizio di una brillante vita operativa presso i vari Reparti della Forza Armata”. Un percorso formativo caratterizzato da “tantissimo lavoro, impegno e sacrifico con l’obiettivo di creare i presupposti per essere quanto più utili al paese, per supportare al meglio la missione principale della nostra Forza Armata, ovvero la sorveglianza e la sicurezza dei cieli nazionali e di quelli euro atlantici. Per garantire la fornitura dei servizi della navigazione aerea, il soccorso alle persone in difficoltà, la sperimentazione di nuovi sistemi e procedure utili alla comunità, il supporto alla sicurezza pubblica, il contributo concreto alla cittadinanza attiva. Molteplici compiti che richiedono esemplarità, onestà, spirito di sacrifico, disponibilità verso il prossimo, solidarietà, educazione e rispetto delle regole”. ”

Nel suo intervento il Magnifico Rettore ha rimarcato la collaborazione tra l’Università e la Scuola perché da questa collaborazione che è diventata anche un’amicizia, non solo istituzionale ma anche personale, abbiamo messo in atto, nel tempo tanti piccoli miglioramenti che consentono a questa scuola di rappresentare una eccellenza nel nostro paese (…….) un’eccellenza non solo per la qualità della formazione che siamo in grado di erogare ma anche per la flessibilità e per la capacità di adattarsi continuamente ai cambiamenti della società attraverso un rapporto molto flessibile e diretto con l’Università. Il Rettore ha evidenziato poi la particolarità della formazione degli Allievi Marescialli dell’Aeronautica Militare che oltre allo studio affrontano quotidianamente numerosi altri impegni ed attività concludendo che presso questa Scuola si formano non solo dottori ma “uomini veramente in grado di camminare con le proprie gambe”.

Al termine del discorso il Rettore ha formalmente proclamato dottori in Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali i Marescialli del Corso Zephyr: su 134 neolaureati ben 31 hanno ottenuto il voto di 110 con lode e 10 il voto di 110 su 110 a testimonianza dell’efficacia e della qualità della formazione impartita presso l’Istituto Viterbese.

Durante la cerimonia, come da tradizione, sono stati assegnati anche alcuni importanti riconoscimenti ai frequentatori più meritevoli:

– i premi in regime di reciprocità tra Nazioni; nello specifico quello argentino, consegnato dal Capitano di Vascello Miguel Angel Troitino, Addetto per la Difesa per l’Ambasciata Argentina in Italia, al Maresciallo 3^ classe Andrea D’Auria, 1° classificato nella graduatoria di “fine corso biennale” del 19° Corso Normale; quello brasiliano consegnato dal Colonnello Pilota Reginaldo Pontirolli, Addetto per la Difesa e Aeronautico del Brasile in Italia e Slovenia al Maresciallo 3^ classe Cosimo Di Liddo, 1° classificato nella graduatoria “didattica” (area universitaria e tecnico professionale) di fine ciclo formativo relativa al percorso di studi in “Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali” terminato nel 2018, quello peruviano consegnato dal Colonnello Frank Castaneda Sanchez, Addetto per la difesa Aeronautica dell’Ambasciata del Perù in Italia, al Maresciallo 3^ classe Fabiana Beneduce, 1° classificata nella graduatoria “didattica” (area universitaria e tecnico professionale) di fine ciclo formativo relativa al percorso di studi in Infermieristica e terminata nel 2018.

– la borsa di studio offerta dalla Fondazione Carivit, consegnata dal Presidente Dott Marco Lazzari ai Marescialli frequentatori con la media più elevata nel triennio limitatamente agli studi esclusivamente universitari, al Maresciallo 3^ cl. Fabiana Beneduce per quanto riguarda il corso di laurea in “Infermieristica” terminato nel 2018 ed al Maresciallo 3^ cl. Daniele Ciuffreda per quanto riguarda il corso di laurea in “Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali”;

– la tradizionale “Targa di merito” assegnata dal Reparto al primo classificato nella “Graduatoria di fine ciclo formativo” anno 2019 al Maresciallo 3^ classe Mirko Migliavacca;

Per i Marescialli dell’Aeronautica Militare del 19° corso si tratta dell’ultimo importante traguardo formativo coincidente con la conclusione dell’iter triennale di formazione; tra qualche settimana infatti saranno trasferiti ai Reparti d’impiego della Forza Armata per l’inizio della loro carriera operativa.

La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo è posta alle dipendenze del Comando delle Scuole dell’A.M. e della 3^ Regione Aerea di Bari; il Reparto ricopre una duplice missione: da una parte, quale istituto a carattere universitario, ha il compito di provvedere alla formazione militare e morale e all’istruzione professionale specifica dei Sottufficiali del Ruolo Marescialli, nonché al perfezionamento e all’aggiornamento di tale formazione; dall’altra, quale aeroporto militare aperto al traffico civile, fornisce il supporto tecnico-operativo, i servizi alla navigazione aerea e l’attività di force-protection sull’aeroporto Tommaso Fabbri

Commenta con il tuo account Facebook