Presso il salone delle conferenze della Banca Lazio Nord, alla presenza del sindaco Giovanni Arena, dell’Assessore Marco De Carolis, Andrea De Simone di Confartigianato, Vincenzo Fiorillo presidente di Banca Lazio Nord e Massimo Caporossi direttore Generale, Mauro Morucci ha tracciato le linee di questa sedicesima edizione di Tuscia Film Fest.

Avrà come ospiti Claudio Giovannesi, Marco Bellocchio, Francesco Pannofino, Alessandro Gassmann, Chiara Martegiani, Valerio Mastandrea, Paola Minaccioni, Andrea Carpenzano, Alessio Lapice, Simone Spada e Franco Ferrini che saranno a Viterbo da giovedì 4 a sabato 13 luglio. Per dieci giorni il cinema italiano sarà protagonista nell’arena allestita di fronte al Palazzo dei Papi, in Piazza San Lorenzo e in altri luoghi del centro storico del capoluogo della Tuscia.

Ad alzare il sipario, giovedi 4 luglio è il film “La Paranza dei Bambini”, premiato con l’Orso d’Argento per la migliore sceneggiatura alla Berlinale 2019. Accompagnerà il film, il regista Claudio Giovannesi, ospite della serata. Venerdì 5 luglio, invece, è atteso Marco Bellocchio che presenterà “Il Traditore”, incontrerà il pubblico e ritirerà il Premio Tuscia Terra di Cinema “Luigi Manganiello” 2019.

Nel trentennale della scomparsa del grande regista, sabato 6 luglio il programma prevede un evento speciale dedicato a Sergio Leone.

Ospiti,  Franco Ferrini (collaboratore di Leone e sceneggiatore di “C’era una volta in America”) e  Francesco Pannofino che leggerà durante  l’incontro degli scritti di Sergio Leone e dei brani tratti da libri a lui dedicati. Chiuderà la serata il documentario “Sergio Leone: cinema, cinema” di Manel Mayol e Carles Prat.

Il primo weekend si concluderà domenica 7 luglio con la proiezione di “Sulla Mia Pelle” di Alessio Cremonini, tratto dalla vicenda umana di Stefano Cucchi. L’apertura della seconda settimana, lunedì 8 luglio, è affidata a “Croce e Delizia” di Simone Godano. Alessandro Gassmann, interprete protagonista con Fabrizio Bentivoglio e Jasmine Trinca, presenterà il film e riceverà il Premio Pipolo Tuscia Cinema Speciale 2019.

Martedì 9 luglio l’annunciato incontro con Valerio Mastandrea e Chiara Martegiani, rispettivamente regista e protagonista di “Ride”, esordio alla regia dell’attore romano. Appuntamento con la commedia, mercoledì 10 luglio, Paola Minaccioni, interprete dell’irriverente “Ma cosa ci dice il cervello” di Riccardo Milani, presenterà il film e incontrerà il pubblico.

Giovedi 11 luglio in programma “Il Campione” di Leonardo D’Agostini. Andrea Carpenzano, interprete principale con Stefano Accorsi, accompagnerà il film e riceverà il Premio Pipolo Tuscia Cinema. La rassegna proseguirà poi venerdi 12 luglio con “Il Primo Re” di Matteo Rovere. Sul palco di Piazza San Lorenzo Alessio Lapice, coprotagonista con Alessandro Borghi del film sulla nascita di Roma.

Chiusura, sabato 13 luglio, con “Domani è un altro giorno”, interpretato da Valerio Mastandrea e Marco Giallini e diretto da Simone Spada, ospite della serata. Le prevendite del Tuscia Film Fest 2019 sono aperte on line sul sito della manifestazione e presso il Museo Colle del Duomo.

Nel contesto della manifestazione sono state organizzate anche delle iniziative collaterali come:
Il Mercatino dei Ragazzi organizzato in collaborazione con l’associazione Viterbo con Amore.Ogni sera in prossimità dell’arena, un gruppo di giovanissimi volontari venderà al pubblico il merchandising del festival, le locandine firmate dagli ospiti e altri gadget e l’intero incasso – senza alcun tipo di decurtazione – sarà devoluto al progetto dell’ Emporio Solidale “I care” di Viterbo.

IL FESTIVAL ACCESSIBILE
Grazie a MovieReading, sei film del programma (La paranza dei bambini, Croce e delizia, Ride, Ma cosa ci dice il cervello, Il campione, Domani è un altro giorno) potranno essere seguiti da non vedenti e non udenti grazie all’audio-descrizione e ai sottotitoli resi disponibili sulla piattaforma dal Gruppo Servizi Audiovisivi.
NOMOFOBIA
Il Tuscia Film Fest – nell’ambito del suo progetto A scuola di cinema 2019, – lancerà in occasione della sua sedicesima edizione un concorso per la scrittura di soggetti per spot pubblicitari sul tema della Nomofobia (no-mobile fobia; neologismo che designa la paura incontrollata di rimanere sconnessi dalla rete di telefonia mobile).
Il bando è aperto a tutti gli studenti iscritti negli istituti secondari superiori della provincia di Viterbo negli anni scolastici 2018/19 e 2019/20, scade il 21 settembre 2019 ed è a partecipazione gratuita.
Gli autori dei venti migliori soggetti selezionati dalla giuria del bando; parteciperanno al workshop di tre giorni Cortovisioni; visiteranno il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale di Roma e la Festa del Cinema di Roma
L’autore (o gli autori) del soggetto vincitore selezionato dalla giuria del concorso, infine, vedranno lo spot pubblicitario realizzato proiettato in almeno nove schermi della provincia di Viterbo per tre mesi nel periodo gennaio-giugno 2020 (per maggiori informazioni: www.tusciafilmfest/nomofobia).
LA SFILATA DELL’ISTITUTO DI MODA FOTU
Un importante appendice del Tuscia Film Fest sarà, infine, la sfilata ispirata ai costumi del cinema che l’Istituto di moda Fotu di Viterbo proporrà la sera di domenica 14 luglio in piazza San Lorenzo in quello che sarà un arrivederci al 2020.

Commenta con il tuo account Facebook