VITERBO – La primavera si rivela piena di novità per l’Associazione Bastet, nata nel 2014 per offrire assistenza e supporto alle colonie feline. Nel mese di marzo 2015 è stata stipulata con Ambulatorio Veterinario Associato del dr. Bufalini e dr. Giannini una convenzione di 600€ per aiutare i gatti bisognosi di operazioni chirurgiche.

 

I fondi per la convenzione sono stati raccolti in due mesi grazie al calendario Bastet 2015, realizzato grazie alle foto inviate da tutti gli amanti dei gatti che hanno aderito alla contest sul social network facebook. La convenzione è stata stipulata per salvare gatti vittime di incidenti o maltrattamenti sul territorio di Viterbo e provincia e permetterà al privato cittadino che interverrà di ricevere uno sconto massimo di 100€ per interventi superiori a tale cifra: la copertura varrà per un minimo di sei interventi.

 

L’idea di sostenere questo tipo di esigenza è sorta dalla travagliata esperienza di due casi seguiti dai volontari dell’Associazione Bastet, che ha così maturato la convinzione che fosse necessario far nascere nuove sinergie e collaborazioni per far fronte a casi come quelli di Katia e Priscilla. Entrambe le gatte erano state ricoverate presso la Clinica convenzionata con la Asl di Viterbo: Katia, operata in altra clinica per una grave ernia diaframmatica (causata da un calcio o investimento) precedentemente non diagnosticata e Priscilla, la splendida e vivace tripode che aveva ricevuto una’amputazione alla zampa anteriore con l’insorgenza di complicazioni varie. L’esigenza di rivolgersi ad altre strutture, differenti da quella convenzionata Asl, ha causato un notevole impegno, non solo economico, da parte dell’Associazione che non può e non deve sostituire servizi convenzionati.

 

Entrambi i casi sono stati a carico dei volontari dell’Associazione Bastet e si sono fortunatamente conclusi con il successo di ottime adozioni per le due gatte. “La soluzione offerta dall’attivazione della convenzione offerta da Bastet, seppur temporanea, – afferma Silvia De Rosa, presidente dell’Associazione – permetterebbe ai privati una seconda scelta, un’agevolazione per far fronte alle emergenze in caso di operazioni chirurgiche, nella speranza che nel frattempo la situazione venga migliorata. Prevediamo a breve delle campagne di sensibilizzazione per ribadire che il rispetto del prossimo non si limita solo alle persone.”

 

“È evidente che esistono numerosi problemi e sono chiare le molte lacune presenti nell’attuale sistema. Per evitare che ciò si protragga nel tempo è necessario un maggior controllo sul recupero e reinserimento degli animali, soprattutto è fondamentale che la Asl istituisca un registro fotografico di tutti gli animali soccorsi, una cartella consultabile dalle associazioni (utili per ritrovamenti e adozioni) e si attivi per un concreto sollecito di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni per una reale e maggiore collaborazione con tutti i cittadini.”

 

L’Associazione Bastet sta inoltre supportando il servizio sterilizzazioni: questo mese è stata acquistata dall’associazione felina viterbese una gabbia di contenzione, strumento utile a una più corretta sedazione dei gatti da sterilizzare, ed è stata donata al servizio Asl. I volontari dell’Associazione sono ora concentrati sulla regolarizzazione della colonia presente al centro geriatrico Giovanni XXIII: è stata comunicata la presenza alla Asl e sono stati donati vari materiali utili per la corretta gestione della colonia, tra cui una cuccia, una lettiera, un distributore di crocchette, tre set di ciotole e delle ciotola per l’acqua, oltre che del cibo (umido e secco). A breve verranno donate anche due casette in legno per i gatti della colonia.

 

Tutta l’attrezzatura è stata collocata all’interno di un rifugio per gatti preesistente, che è stato pulito e riqualificato dopo lo stato d’abbandono, grazie anche alla preziosa collaborazione della Sig.ra Maria, referente della colonia. Sono molti i modi in cui è possibile fare del bene agli altri e alla società. Occuparsi dell’ambiente in cui viviamo e dei più indifesi è un gesto nobile. Prendersi cura delle colonie feline e riqualificare luoghi lasciati al degrado o nel dimenticatoio è un modo per restituire a tutti la bellezza del proprio territorio, per sentirsi parte di qualcosa che ci appartiene. Per aiutare gli animali è importante la collaborazione di tutti e basta un piccolo contributo per tenere in buona salute le colonie feline. Per dare il vostro aiuto, diventare volontari o per fare una donazione contattateci o collegatevi alla pagina facebook, dove potrete seguire anche tutte le attività dell’associazione.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email