TARQUINIA – I due giorni dedicati al Santo protettore degli animali hanno incontrato il favore dei cittadini tarquiniesi. Sabato 17 gennaio la processione ha ripreso il suo percorso originario passando per corso Vittorio Emanuele II e via Giuseppe Garibaldi. Di grande effetto lo spettacolo pirotecnico organizzato dall’Università Agraria in piazza Belvedere, di fronte alla chiesa dedicata a Sant’Antonio. L’impegno prolungato dei portatori è stato ricompensato dall’affetto della popolazione. Domenica 18 gennaio, la tradizionale sfilata della mattina ha visto al via circa ottanta cavalli ed è stata aperta da Mauro Arpini, che indossava la divisa del compianto Marino Mancini, guardiano e buttero dell’Università Agraria.

 

Il carro con gli animali del cortile era dominato dalla figura di Sant’Antonio, interpretato da Claudio Bonini. In una piazza Belvedere colorata da trecento palloncini colorati si è svolta la benedizione degli animali, il tutto accompagnato dalle note della banda “Giacomo Setaccioli”. Nel pomeriggio festa in piazza San Giovanni, novità degli ultimi anni. Tantissimi i bambini presenti. Artisti di strada, caldarroste, vin brulé e la pesca di beneficienza, con prodotti alimentari offerti dai commercianti del quartiere, hanno allietato l’atmosfera fino alla benedizione del fuoco di Sant’Antonio. Sono stati premiati anche i vincitori del concorso “Presepi in famiglia” organizzato dell’Associazione Tarquinia Viva. Alla fine grande soddisfazione da parte di Don Augusto Baldini e del Comitato dei Festeggiamenti. La manifestazione è patrocinata da Comune di Tarquinia e dall’Università Agraria.

 

Commenta con il tuo account Facebook