SORIANO NEL CIMINO – “Il Presepe Vivente di Chia, ha chiuso ieri 06 gennaio in bellezza con l’arrivo dei Re Magi che hanno fatto calare il sipario su questa XIX Edizione. Complice la bella giornata che ha regalato l’epifania, ancora una volta il piccolo borgo di Chia è stato invaso da centinaia e centinaia di visitatori, ragazzi, famiglie e tanti bambini affascinati dagli animaletti docili presenti lungo il percorso come pecore e agnelli, pony, conigli ecc. che fanno da cornice ai mestieri riprodotti fedelmente dagli oltre 150 figuranti, grazie a costumi che negli anni sono stati cuciti a mano, andando a recuperare lenzuoli o stoffe delle nonne, dimenticati negli armadi e soffitte, che recuperati hanno permesso di creare abiti poveri e attinenti all’epoca che si và a rappresentare. Inoltre il percorso che si snoda all’interno dell’incantato bosco di Santa Cecilia, illuminato da luci soffuse, fuochi e fiaccole accese, tra i ruderi della chiesa medievale di San Giovenale in un sito archeologico nel quale regnò la civiltà Etrusca, continua a rende il Presepe Vivente di Chia unico nel suo genere ed uno dei più appezzati della Tuscia.

 

Il visitatore entrando nel Presepe viene proiettato indietro nel tempo alla Betlemme di 2000 anni fà, rivivendo e assaporando i sapori che avrebbe trovato e visto un viandante dell’epoca, come mangiare la ricotta e formaggio fatto al momento dai pastori, i cappellacci della tradizione chiana, le focacce pizzette cotte nel forno a legna, dolcetti sfiziosi e dal sapore inimitabile, frittelle bruschette con l’olio novello, oltre alle ormai famose e richiestissime pizzette fritte chiane, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino caldo o freddo, offerto ai “viandanti” che visitano il presepe.

 

Inoltre grazie al lavoro di tutti questi anni il Presepe Vivente di Chia a ricevuto un meritato riconoscimento a livello nazionale attraverso l’Annullo Filatelico speciale delle Poste Italiane, che per l’occasione sono stati ospiti del Presepe Vivente con il loro stand il giorno dell’inaugurazione il 26 dicembre.

 

In chiusura non rimane che ringraziare a nome del Comitato Festeggiamenti San Giovenale con il patrocinio del Comune di Soriano nel Cimino, che organizza insieme a tanti volontari questa manifestazione, tutta la popolazione di Chia, che direttamente o indirettamente partecipa alla buona riuscita del Presepe, ed in particolar modo tutti i figuranti che anche quest’anno hanno dato il loro contribuito sfidando il freddo, ripagati dai complimenti delle migliaia di visitatori che sono accorsi a visitare il presepe da tutta Italia.

 

Il Presepe Vivente di Chia tiene inoltre a ringraziare i visitatori che sono venuti a visitarlo e tutti quelli che sicuramente ci verranno nella prossima edizione e augurando a tutti un Buon 2015″.

 

Comitato Festeggiamenti San Giovenale

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email