ACQUAPENDENTE – Archiviate le rappresentazioni del mese di Marzo (le Compagnie Amici del Teatro, Arcadia Teatro Giovani, Compagnia degli Scevri, Compagnia di Teatro Instabile un Sacco Diversi, Compagnia Soggetti Omotetici Sospesi hanno ottenuto giudizi più che lusinghieri) la quarta Edizione del torneo di Teatro Amatoriale di Orvieto, Acquapendente ed Abbadia San Salvatore si appresta a vivere il momento più atteso, almeno in chiave ristrettamente aquesiana. Giovedì 30 Aprile alle ore 21.00 la locale Compagnia Retropalco “scenderà in scena” nel tentativo di ottenere dalla giuria un punteggio idoneo per approdare alla “final four artisitica” in programma al Teatro Mancinelli di Orvieto.

 

La piece dal titolo “La luna e la panchina” tratta dal libro “Oltre la finestra tra sillabe e colori” di Umberto Eco verrà adattata dallo stesso Coro e da Manuel Dionisi. Protagonisti in scena Serena Venanzi, Umberto Coro, Lorenzo Paioletti, Loriano Ronca, Marco Capra, Francesca Araceli, Silvia Araceli,Valeriano Brozzoli, Patrizia Saraca, Alessandra Di Gianlorenzo, Roberto Colonnelli, Laura Lombardelli, Fabio Vitali, Giorgio Sacchini, Enrico Squarcia, Manuel Dionisi, Marcello Nisti, Paolo Peverini, Chiara Boscho, Livia Pieri, Patrizia Sacchini, Sara Alberelli, Silvia Poppi, Gloria Goretti, Katia Piccini. Coreografia Alessia Brocchi, scenografia ed oggettistica Rachele Venturelli, Silvia Poppi, Gloria Goretti. Costumi Adriana Bianconi, audio e luci Carlo Monelli, grafica e video Paolo Peverini, attrezzista di scena Luisa Pifferi, regia Manuel Dionisi, aiuto regista Silvia Araceli. L’evento in se per se sarà dedicato a chi purtroppo non c’è più. Più che un pensiero per quel mito di Antonino Pietretti deceduto prematuramente da alcune settimane e, che proprio negli ultimi mesi di vita ha collaborato fattibilmente alla realizzazione dell’evento. Sempre nel mese di Aprile (Domenica 19 Aprile ore 18.00) previsto lo spettacolo della “Compagnia delle Vigne” di Sugano che sempre al Teatro Boni presenterà lo spettacolo “Riposa in pace”.

Commenta con il tuo account Facebook