TUSCANIA – Domenica prossima Tuscania rende omaggio ad uno dei suoi figli più illustri. Famiglie provenienti da tutta la penisola accorrerannno infatti per onorare Padre Alceste Piergiovanni che è stato missionario in Cile per 47 anni, occupandosi della tutela dei bambini abbandondonati.

 

Padre Alceste Piergiovanni era un sacerdote dell’Ordine della Madre di Dio che, giunto in Cile nel 1956, divenne promotore di numerose attività di colonie e campeggi estivi per bambini cileni bisognosi. Nel 1970, come evoluzione della sua opera, fondò alcuni centri di accoglienza per bambini abbandonati o in stato di difficoltà temporanea. Tra i centri di accoglienza l’ICYC di Quinta de Tilcoco è tutt’ora il più importante, nel 1973 Padre Alceste realizzò la prima adozione di un bimbo cileno in Italia e da allora, grazie alla sua opera, più di 1.200 bambini cileni hanno trovato una famiglia adottiva in Italia.

 

Nel novembre del 2003, poco dopo la sua morte, per non disperdere il patrimonio di esperienze e sensibilità di cui egli si è fatto portatore e che ha trasmesso, alcune persone che lo hanno conosciuto hanno deciso di fondare l’associazione Pro Icyc che tutt’ora si occupa di realizzare adozioni in Cile e che da dodici anni organizza una giornata nella sua Tuscania per onorarne la memoria, che inizierà alle 11,30 con la messa nella chiesa di Santa Maria delle Rose. E’ prevista la presenza di di un centinaio di bambini che con le loro famiglie vorranno ancora una volta mostrare la propria riconoscenza a Padre Alceste.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email