Nella giornata Internazionale dello studente, ragazzi e ragazze, armati di sedie e lavagna, hanno allestito una classe sotto gli occhi del comune, per una vera e propria lezione ai parlamentari sulla Next Generation EU e legge di bilancio.

Dopo anni di manifestazioni studentesche contro i continui smantellamenti al sistema scolastico, studenti e studentesse hanno deciso nuovamente di scendere in piazza per ribadire che la scuola necessita di investimenti e risorse al più presto.

Così ragazzi e ragazze della Rete degli Studenti Medi hanno vestito i panni, o meglio i volti, di alcuni parlamentari del nostro Paese e hanno partecipato alla lezione, tenuta da studenti e studentesse, su come secondo loro vanno spesi i finanziamenti.

Rete degli Studenti Medi di Viterbo

“Sono anni che subiamo le conseguenze degli smantellamenti al sistema scolastico” spiega Sabrina Joian, della Rete degli Studenti Medi di Viterbo “è chiaro quanto la scuola pubblica abbia bisogno di un serio piano di investimenti sia in legge di bilancio che attraverso la Next Generation EU.” Si rivolge poi direttamente ai politici: “Sicuri che non vi serva una mano? Sicuri che sappiate come salvaguardare il valore dell’istruzione, che state demolendo con anni e anni di tagli? Ora ve lo spieghiamo noi!”.