Le volanti della Polizia davanti all'ingresso

Questa mattina gli uomini della Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura di Viterbo, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, in sinergia con la Squadra Mobile, hanno rintracciato l’uomo che dimorava nella cantinetta dalla quale, nella notte del 24 dicembre scorso, è scaturito l’incendio del palazzo sito nel quartiere Carmine, in Via Vico Squarano, 50, a seguito del quale è deceduto un cittadino straniero.

Gli accertamenti avviati immediatamente dalla Squadra Mobile, condotti anche con l’acquisizione di diversi elementi probatori sottoposti a sequestro e di numerose prove testimoniali, consentivano di accertare la possibile identità del soggetto che si era reso irreperibile dopo l’incendio.

Lo stesso, un cittadino rumeno di 29 anni, messo alle strette, ha ammesso quanto gli è stato contestato dai poliziotti.

Lo straniero è stato quindi denunciato all’A.G. per incendio colposo, omicidio colposo e omissione di soccorso.

Sono in corso ulteriori indagini da parte della Polizia di Stato finalizzate a chiarire al meglio la dinamica dei fatti.

Commenta con il tuo account Facebook