“Qui habet aures audiendi audiat” chi ha orecchie per intendere, intenda. Paolo Legrenzi, psicologo dell’università di Venezia, in un convegno ha cercato di far capire perché il nostro cervello è attratto dalle bufale o fake-news , “Creiamo, assorbiamo e diffondiamo balle con una naturalezza che deriva dalla nostra storia evolutiva”, sic così è possibile capire il can can causato dalle notizie del concorso per agenti della Polizia locale.

Premesso che si trattava di una preselezione di 100 candidati (4.200 domande) da ammettere alla prova finale e non del concorso definitivo, in una conferenza stampa il Sindaco Arena supportato dal Comandante della Polizia Locale Mauro Minciotti dal Segretario Generale del Comune Dott.ssa Annalisa Puopolo, dalla dottoressa Eleonora Magnanini dirigente del Settore I e con la presenza dell’Ing. Lopomo Giuseppe  della  I.B.S. Informatica Basilicata Sistemi S.r.l., azienda che ha espletato le funzioni di selettrice e compilatrice dei quiz, hanno spiegato sistematicamente cosa fosse succeso e riteniamo che siano riusciti a rendere chiara la vicenda che secondo alcuni aveva assunto toni di prova di magagne di vincite gìà destinate.

In pratica da un database con 920 domande ne sono stati selezionati 4 blocchi da 60 quiz.

In una busta la matrice stampata da un pc portatile che a causa di un aggiornamento di office non andato a buon fine aveva segnato le domante con una freccetta che invece doveva trovarsi sul corretore.

Segnalata l’anomalia la commissione, ha ritirato tutti i questionari già consegnati agli aspiranti possibili vigili urbani.

Sono stati sentiti pareri giuridici e quindi ripetuta la prova con la sostituzione delle domande con le freccette indicatrici della risposta.

Quindi alle 14,15 la prova finita. Alcuni pensando a quali gravi imbrogli fossero stati perpetrati hanno chiamato i Carabinieri, altri la Guardia di Finanza ma entrambe le forze dell’ordine informati dei fatti hanno ritenuto che non c’era in atto nessun broglio ma un disguido di carattere informatico e umano. Sicuramente ci saranno strascichi e ricorsi.