La città di Montefiascone è ormai pronta a celebrare l’inaugurazione della sessantunesima edizione della Fiera del Vino, che, per oggettività, continuo a definirla, una Sagra  più che una Fiera.
Le ristrettezze economiche dell’attuale Amministrazione, guidata dal sindaco Massimo Paolini, si sono fatte sentire e quanto già annunciato, nei mesi scorsi, si è concretizzato nel corso dell’allestimento sia delle cantine che del decoro del centro storico della città; questa sessantunesima edizione, infatti, almeno per la parte logistica organizzativa, è stata il frutto tra pubblico e privato che hanno lavorato in buona sinergia.
La nostra attenzione, per questo giorno, principalmente, è ricaduta sull’ornato della città, in particolare all’addobbo che è stato fatto sulla centralissima Piazza Vittorio Emanuele, per Corso Cavour e su Piazzale Roma.
Un addobbo realizzato da un gruppo di volontari delle quattro associazioni che lavorano nel sociale Aido, Avis, Solidarietà Falisca e Lion’s che ritrovatisi sotto la positiva nomenclatura,
Noi con Voi, i con a capo la sig.ra Monia Paolini, hanno svolto un grande lavoro con passione, impegnando proprie risorse economiche e tanta volontà. 
Nastri vistosi, dai vivacissimi colori, ed un grande numero di di coloratissimi aquiloni garriscono al vento, dando un grande e positivo senso di festa; la fontana della piazzale centrale addobbata con materiali poveri, ma di grande effetto, come trecce di piante di edera e tanti tappi di sughero, sapientemente incollati l’uno con l’altro a formare grappoli d’uva ed
i più simpatici stravaganti disegni. 
E’ bene subito precisare, oltre l’aspetto prettamente ornamentale, vi è stato un impegno economico di circa ottocento euro; seicento dei quali usciti dalla tassazione volontaria delle quattro associazioni e duecento quale contributo della Pro Loco. 

Sig.ra Monia, ci sembra che lei sia stata, un pò, il Deus ex machina della situazione…
Diciamo di si. Intorno alla metà del Luglio scorso, sono stata contattata dal presidente della Pro Loco signor Donnino chiedendomi un mano in questa edizione della Fiera del Vino o sagra come ama dire Lei. Io ho accettato l’invito nella consapevolezza di fare un opera importante per la città, così sono riuscita ad organizzare il gruppo, come lei ha già spiegato e con lo staff costituito dai volontari: Mara Governatori, Cinzia Manzi,  Eva Paladino, Anna Rita Mancini, Aldo terrazzi, Gabriele Pezzato, Gianfranco Gamberi, Stefano Procoli, Riccardo Biancarini, e ci siamo messi al lavoro con il risultato che è sotto gli occhi di tutti. Ne siamo fieri con la speranza che tanto lavoro piaccia prima ai montefiasconesi poi a tutti i turisti che verranno alla festa in questi prossimi giorni e, infine, all’Amministrazione.

La logistica operativa per l’installazione di tanti elementi decorativi?
Su questo punto l’impresa è stata ardua e debbo ringraziare tante persone, specialmente i residenti al Corso che hanno dovuto sopportare qualche disguido, anche, se, i tecnici operatori delle società Angelo Lombardi, meglio conosciuto, in città, con lo pseudonimo di Formicone che opera nel campo d’edilizia e Agrifieltec di Stefano Biancarini che opera nel campo delle macchine agricole, ai quali va tutta la nostra più totale riconoscenza, hanno lavorato principalmente di notte. Un grazie a queste aziende per la loro gratuita e professionale mano d’opera prestata. Tengo a sottolineare che gli aquiloni sono venuti dagli stabilimenti della lontana Ferrara e poi composti a mano, dal gruppo dei volontari, con pazienza certosina, nella nostra sede.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook