Con l’arrivo della stagione fredda scatta l’obbligo delle gomme invernali per le auto e per i mezzi pesanti.

L’obbligo sarà in vigore da oggi 15 Novembre 2018 fino a 15 Aprile 2019 (con un periodo di tolleranza di un mese).

La normativa prevede la sostituzione delle gomme estive con pneumatici omologati M+S (mud+snow). Se poi c’è anche il simbolo del fiocco di neve e della montagnetta a 3 punte (Three Peak Mountain Snow Flake) significa che hanno delle prestazioni su neve certificate, ma a livello legislativo non fa alcuna differenza.

E invece chi è già equipaggiato di pneumatici All Season?

I pneumatici 4 Stagioni sono pneumatici progettati per avere la massima aderenza sull’asciutto e sul bagnato, in modo da garantire performance di tenuta su tutti i terreni possibili. Si tratta a tutti gli effetti di un “ibrido” fra una gomma estiva e una termica invernale.Tutti gli pneumatici omologati per 4 Stagioni riportano la dicitura M+S che consente di circolare a norma di legge 365 giorni l’anno. Le gomme 4 stagioni non sono dotate di SnowFlake, ovvero del simbolo che identifica lo pneumatico invernale che garantisce comunque la massima aderenza su asfalto innevato.
Gli pneumatici 4 Stagioni possono essere montati tutto l’anno a condizione che rispettino la normativa 1049 del 17 gennaio 2014, ovvero abbiano codici di carico e velocità uguali o superiori rispetto a quelli riportati nel libretto del veicolo.

LE SANZIONI

L’automobilista che circola, su strade in cui vige l’obbligo, sprovvisto di gomme invernali o di catene a bordo paga come minimo 41 euro nei centri abitati (art. 7 e 14 Cds) e 84 euro (art. 6 Cds) al di fuori. La sanzione può lievitare fin oltre i 300 euro. In più l’agente può imporre il fermo del veicolo finché non lo si mette in regola. E, in città, potrebbe valere l’aggravio della guida pericolosa: altri 39 euro di sanzione e decurtazione di 5 punti dalla patente.

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email