Alle ore 10.00, in località Ponte di Cetti, si è tenuta la commemorazione del Brigadiere Pietro Cuzzoli e dell’Appuntato Ippolito Cortellessa, assassinati 39 anni fa da terroristi di Prima Linea.

Presenti il prefetto Bruno, il Generale di Brigata MARCO MINICUCCI Comandante della Legione Carabinieri Lazio, l’Onorevole Mauro Rotelli, il vice sindaco di Viterbo Enrico Maria Contardo, una folta rappresentanza di tutte le forze Armate, delle Forze dell’Ordine e degli  amministratori di Viterbo e Provincia nonché tutte le associazione combattentistiche e d’Arma.

Rammentiamo ai notri lettori che era l’11 agosto 1980 quando i due militari, entrambi effettivi al nucleo operativo e radiomobile della compagnia Carabinieri di Viterbo, furono assassinati in località Ponte di Cetti da appartenenti a un pericoloso sodalizio eversivo che poco prima aveva rapinato una filiale della Banca del Cimino.

Oltre alla Medaglia d’Oro al Valor Militare alla “memoria” ad entrambi è stata conferita l’onorificenza di “vittima del terrorismo” per gli alti valori morali espressi nell’attività prestata.

 

A loro è intitolata la caserma sede del comando Provinciale Carabinieri di Viterbo. Nella circostanza è stato anche ricordato il maresciallo maggiore Rubuano Antonino venuto a mancare, immediatamente dopo l’accaduto a seguito di un incidente stradale durante le fasi di ricerca degli assassini, anch’egli insignito nel 2011 della Medaglia d’Oro di Vittima del Terrorismo.

Commenta con il tuo account Facebook