VITERBO –  Primo ostacolo superato per la Viterbese Castrense, che battendo il Pontedera per 2-1 si qualifica per il secondo turno dei play-off.

Schierata con la formazione annunciata, la Viterbese inizia il match con il giusto piglio, mostrando di non essere per nulla intenzionata a giocare per il pareggio. Il Pontedera, di contro, mostra un atteggiamento maggiormente propositivo rispetto all’ultimo match di campionato, avendo nella vittoria l’unico risultato utile per la qualificazione.

Il primo squillo arriva al 22’ ed è da parte della Viterbese, che con Calderini prova a impensierire Contini dalla distanza; il numero uno ospite è però attento e blocca a terra il pallone.

I gialloblu provano a costruire delle azioni maggiormente temibili, ma l’approssimazione nei passaggi in fase di impostazione vanifica il tutto in partenza.

Per sbloccare il match pare ci voglia un guizzo o un calcio piazzato. E la rete, puntualmente, arriva al 28’ proprio su un calcio di punizione di Vandeputte, che con un perfetto destro a giro infila Contini sul primo palo.

Il gol mette la Viterbese in una posizione di notevole vantaggio. Un vantaggio che si traduce in una maggiore tranquillità, che si declina a sua volta in giocate di ampio respiro, da cui nasce la rete del raddoppio.

Al 39’ arriva infatti il 2-0 dei padroni di casa, siglato da un Baldassin che, a seguito di un corner battuto da Benedetti, sale in cielo per poi punire di testa l’estremo difensore toscano.

Baldassin stacca di testa e insacca

Chiuso il primo tempo sul doppio vantaggio, la Viterbese rischia di prendere gol ad inizio ripresa da parte di Pinzauti, che di testa sfiora il bersaglio grosso dopo appena un minuto di gioco.

La risposta dei gialloblu, 60 secondi più tardi, è nei piedi di Vandeputte il quale però, anziché cercare la conclusione a rete da buona posizione, effettua un inutile cross nel deserto dell’area toscana.

Nel frattempo Sottili decide di risparmiare qualcuno dei suoi, inserendo Cenciarelli, De Vito e De Sousa per Baldassin, Vandeputte e Jefferson.

Nonostante il doppio svantaggio il Pontedera non demorde e, al 19’, si vede annullare un gol dall’arbitro per fallo di Maritato (autore della rete) su Celiento.

I toscani sono decisamente vivi e riescono a riaprire il match, al 23’, con Grassi, che con freddezza realizza un penalty assegnato loro per fallo di Atanasov su Raffini.

Il gol galvanizza gli ospiti, che due minuti più tardi impensieriscono dalla distanza Iannarilli con Posocco.

La Viterbese si riorganizza e, al 39′, va vicinissima al terzo gol con Calderini; il numero 24 gialloblu non riesce però, da distanza ravvicinata, a spedire il pallone in fondo al sacco.

Poco male, per la Viterbese, che riesce in ogni caso a portare a casa la vittoria e a qualificarsi per il secondo turno dei play-off, in programma martedì 15 maggio, alle 20.30, ancora allo stadio Rocchi. Avversaria dei gialloblu sarà la Carrarese.

Massimiliano Chindemi

 

2 Viterbese Castrense (4-3-3): Iannarilli; Celiento, Sini, Atanasov, Peverelli; Baldassin (17’ st Cenciarelli), Di Paolantonio, Benedetti; Vandeputte (12’ st De Vito), Jefferson (17’ st De Sousa), Calderini (43′ st Zenuni). A disposizione: Micheli, Pacciardi, Bismark, Mendez, Sanè, Pini, Pandolfi, Mosti. Allenatore: Sottili

1 Pontededera (3-5-2): Contini; Rossini, Borri (36’ st Tofanari), Risaliti; Posocco Caponi, Gargiulo (9’ st Maritato), Calcagni (36’ st Spinozzi), Corsinelli (20’ st Vettori); Pinzauti (9’ st Raffini), Grassi. A disposizione: Biggeri, Marinca, Romiti, Pandolfi, Ferrari, Frare. Allenatore: Maraia

Arbitro: Valiante di Salerno (Mansi di Nocera Inferiore – Parrella di Battipaglia). Quarto uomo: De Remigis di Teramo

Marcatori: 28’ pt Vandeputte; 39’ pt Baldassin; 23’ st Grassi (rig.)

Note: ammoniti Risaliti, Atanasov. Angoli: 4-4. Spettatori: 1800 circa, di cui una trentina gli ospiti. Pomeriggio soleggiato. Terreno in discrete condizioni. Recupero: 1’ pt – 4′ st.

 

Commenta con il tuo account Facebook