ARRESTATI DAI CARABINIERI DELLA STAZIONE DI MONTEFIASCONE E DEL NORM DELLA COMPAGNIA DUE GIOVANISSIMI DEL LUOGO PER SPACCIO DI DROGA E PER AVERE SEQUESTRATO UN GIOVANE CHE AVREBBE DOVUVO TESTIMONIARE CONTRO DI LORO

I Carabinieri della compagnia di Montefiascone, sono intervenuti insieme alla Procura della Repubblica di Viterbo, per investigare e monitorare sul nascere brutti episodi di microcriminalità legati a giovanissimi spacciatori.

Fondamentale è stata la conoscenza del territorio e il costante monitoraggio sui giovani, tipico dei Carabinieri delle stazioni, per capire che quei fatti andavano seguiti con particolare attenzione.

Ieri infatti sono stati arrestati a Montefiascone due giovanissimi spacciatori, che più volte erano stati denunciati e arrestati dai Carabinieri sia di Montefiascone che di Viterbo.

Evidentemente la personalità criminale si è dimostrata più complessa del semplice spacciatore e i Carabinieri della compagnia hanno investigato esplorando la direttrice criminale con maggiore profondità.

Tra gli episodi che sono stati scoperti, c’è il crimine commesso dai due giovani che hanno sequestrato un altro giovane minorenne del posto tenendolo segregato per molte ore, per convincerlo a non testimoniare contro di loro in un caso di spaccio.

I Carabinieri lo hanno scoperto e ieri sera hanno arrestato i due criminali, a seguito di misure cautelari emesse dal Tribunale di Viterbo i giovani sono ai domiciliari.

Commenta con il tuo account Facebook