VITERBO – La Chiesa viterbese e, in particolare, la vastissima schiera di devoti di santa Rosa si prepara a celebrare la Festa del Beato Transito che sancisce il passaggio della Patrona dalla vita terrena a quella eterna.

Un appuntamento da sempre sentito dall’intera cittadinanza e quest’anno contrassegnato da una serie di eventi che segneranno l’intero fine settimana, da venerdì a lunedì prossimi.

L’organizzazione è curata dalle Alcantarine, guidate da suor Francesca (che custodiscono il Santuario dedicato a Santa Rosa) e dal Centro Studi omonimo che sta portando avanti con rigorosa abnegazione iniziative per rendere sempre vivo e attuale il culto verso la fanciulla che diversi secoli fa segnò in maniera indelebile la storia e la vita di Viterbo e dei suoi abitanti.

Si parte venerdì con due celebrazioni eucaristiche: alle 7 messa presieduta da padre Olivier de Alcantara e alle 18 dai padri Cappuccini. Si entra nel vivo sabato quando alle 17 è in programma, a cura del Centro Studi S. Rosa, la conferenza “Rosa celestis floruit” sulla santità della patrona, testimoniata da un inedito testo liturgico del XV secolo. La messa mattutina, sempre alle 7, sarà presieduta da padre Olivier, quella delle 18 da don Elio Forti.

Domenica si comincia alle 8 con la celebrazioni delle lodi; alle 9 significativa “trasferta” presso il carcere.

Presso la Cappella della Casa circondariale di Mammagialla è infatti in programma la Santa Messa, con la benedizione e la distribuzione del “Pane” di Santa Rosa. Nel Santuario celebrazioni eucaristiche alle 11 (presiede padre Agostino Mallucci) e alle 18 (presiede don Flavio Valeri). Alle 19, infine, concerto a cura dell’Unione musicale viterbese “A. Ceccarini” diretta da don Roberto Bracaccini con la partecipazione del maestro Ferdinando Bastianini all’organo.

Chiusura lunedì 6 con un’altra trasferta alle 10,30 stavolta verso l’ospedale di Belcolle, dove è in programma l’omaggio alla statua di Santa Rosa e poi la visita al reparto di pediatria e al nido aziendale con la benedizione e la consegna del “pane” ai piccoli. Alle 15,30, raduno dei Boccioli, delle Rosine e dei Minifacchini presso la Chiesa di Santa Maria in Poggio (Crocetta) con una riflessione di don Alfredo Cento; a seguire la processione verso il Santuario dove è in programma la benedizione del “pane” e il bacio al cuore della Santa. Le messe sono programmate alle 7 e alle 11. Alle 18, infine, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo monsignor Lino Fumagalli, con la partecipazione della Corale polifonica S. Giovanni di Bagnaia diretta da Maria Loredana Serafini (all’organo il maestro Ferdinando Bastianini).

Per consentirne il regolare svolgimento, si ricorda che dalle 13 fino a cessata necessità, in largo Facchini di Santa Rosa e in via Santa Rosa sarà istituito il divieto di sosta. A partire dalle 15,45 la circolazione veicolare potrebbe subire interruzioni e variazioni nelle seguenti vie: piazza della Crocetta, via Mazzini, Corso Italia, piazza Verdi, via Santa Rosa e largo Facchini di Santa Rosa.

Commenta con il tuo account Facebook