VITERBO – Una rete di Calderini, giunta a 8  minuti dal 90° regala alla Viterbese la finale di Coppa Italia Serie C.

Nel primo tempo, su un terreno di gioco se possibile peggiore di quello del Rocchi, è il Cosenza a fare la partita, con la Viterbese impegnata più a respingere gli assalti dei calabresi (soprattutto da calcio d’angolo) che non a rendersi pericolosa dalle parti del portiere avversario.

Il risultato di tale atteggiamento è la rete dei padroni di casa, realizzata alla mezzora con Tutino a seguito di un’uscita a vuoto di Pini su calcio d’angolo.

Nella ripresa, mister Sottili inserisce Calderini e Jefferson; e la musica cambia. La Viterbese acquisisce infatti peso specifico in avanti e, all’82’, trova il gol qualificazione con Calderini, che con una perfetta girata al volo batte il numero uno cosentino, gelando lo stadio.

Inutile, ai fini della qualificazione, il gol del 2-1 messo a segno da Perez, di testa, all’89’.

La Viterbese conquista così una finale storica, che disputerà contro l’Alessandria in due match: andata l’11 aprile Alessandria, ritorno il 25 aprile a Viterbo.

Massimiliano Chindemi

 

2 Cosenza (3-4-3): Saracco; Idda, Dermaku, Camigliano; Boniotti (12′ st Perez), Trovato (27′ st Palmiero), Calamai, Ramos; Tutino, Baclet, Okereke (43′ st T. Braglia). A disposizione: Zommers, Pascali, D’Orazio, Collocolo. Allenatore: Braglia

1 Viterbese Castrense (3-5-2): Pini; Atanasov, Rinaldi, Sini; Peverelli, Di Paolantonio, Benedetti, Cenciarelli, Sanè (41′ st Celiento); Bismark (20′ st Jefferson), De Sousa (1′ st Calderini). A disposizione: Iannarilli, Micheli, Pandolfi, Zenuni, Mosti, Mendez, Vandeputte. Allenatore: Sottili

Arbitro: Prontera di Bologna (Della Vecchia di Avellino – Abagnara di Nocera Inferiore)

Marcatori: 30′ pt Tutino; 37′ st Calderini; 44′ st Perez

Commenta con il tuo account Facebook