Questa mattina , alle ore 6.00 , nella fresca quiete del Cortile del Palazzo dei Priori, a Viterbo oltrepassati  i portici di Piazza del Plebiscito, nell’incanto di un’alba estiva,  si sono esibito  l’ Ensemble Micrologus  in “Festa Medievale”.

Il gruppo dei Micrologus, fondato nel 1984, interpreta con innovazione e spirito contemporaneo il repertorio medioevale sacro e profano, arricchendolo di commistioni tra stili musicali e forme d’arte differenti.

Nella cornice intima  del cortile  rinascimentale, tra logge, sculture e  fontane,  nell’armonia di un’alba aperta ai bagliori di Valle Faul e della Cupola di Santa Maria della Trinità,  è stato possibile sperimentare un risveglio sinestetico unico. Le sonorità musicali e gli scrosci d’acqua, la freschezza delle fronde sotto il bel pino, lo spessore del peperino e la levità  dello spazio aperto, si uniranno infatti a formare uno spettacolo di rara bellezza.

Abbiamo ascoltato  Goffredo Degli Esposti al flauto, tamburo e cornamusa, Gabriele Russo alla viella, ribeca e tromba medievale ed Enea Sorini  alle percussioni, salterio e canto, con fedeli ricostruzioni di strumenti d’epoca. La manifestazione, conclusasi dopo oltre un’ora di musica, ha avuto uno straordinario riscontro di pubblico –circa 150 persone-  attento e partecipe che ha saputo apprezzare il valore degli artisti con applausi e richieste di numerosi bis.

L’associazione Jesce Sole, organizzatrice dell’evento ormai giunto alla sua decima edizione, ci da appuntamento al prossimo Concerto all’Alba del 2020.

Commenta con il tuo account Facebook