Domenica 30 ottobre si è svolta, presso la Sala Consiliare di Palazzo Sforza a Proceno, l’incontro tra amministrazione e cittadini per fare il punto, a circa un anno dall’insediamento del nuovo consiglio, su quanto si è fatto, quanto si sta facendo e quanto ancora c’è da fare. 
Alla presenza del sindaco Roberto Pinzi, degli assessori Debora Gobbi e Alessandro Pifferi e dei consiglieri Adio Lombardelli, Marco Ricci, Silvia Rossi, Laura Santoni e Riccardo Tramontana, i cittadini intervenuti hanno potuto ascoltare la relazione dell’amministrazione comunale, porre domande, fare osservazioni e proporre suggerimenti.
Tanti i temi trattati: dalle politiche relative al turismo alla lotta al dissesto idrogeologico, dalla trasparenza amministrativa alle procedure relative ai fondi del PNRR e dei bandi collegati, dalla connettività alla ristrutturazione dell’ambulatorio medico ed alla scelta del medico personale, dai regolamenti urbanistici alla problematica situazione relativa alla fornitura idrica e alle relazioni con la società Talete, dal riconoscimento del tracciato ufficiale della Via Francigena all’inizio dei lavori di scavo per le condotte del metano. E tanti altri piccoli e grandi problemi ma anche opportunità, come la trasformazione di Palazzo Sforza in un grande polo culturale e didattico. 

Dice il sindaco Roberto Pinzi: “Riteniamo giusto cercare il consenso dei cittadini non solo al momento delle elezioni, ma per tutta la durata del nostro mandato. A distanza di un anno dalla nostra entrata in carica abbiamo voluto presentare il punto della situazione: i lavori fatti, quelli in svolgimento, ed anche le criticità. Soprattutto su queste è importante ascoltare la voce dei cittadini, per valorizzare ogni esperienza ed accogliere ogni suggerimento. Questo è accaduto durante le ore di questo incontro, ma in realtà avviene ogni giorno perché le porte del Comune sono sempre aperte e soprattutto perché, in una comunità così piccola, le occasioni di dialogo sono quotidiane. Ma non dobbiamo sottovalutare il fatto che anche una piccola cosa può rappresentare un problema, a cominciare dalle categorie più fragili: le persone anziane, gli ammalati. Perciò ho accettato con entusiasmo anche l’invito di un procenese di fare una passeggiata per le vie del paese insieme con lui, per prendere direttamente atto delle sue segnalazioni. Soprattutto perché questo invito mi è stato rivolto col sorriso sul volto. Tutta l’amministrazione comunale avrebbe gradito una maggiore partecipazione, in particolare delle fasce di età più giovani, e fin dall’immediato futuro lavoreremo per favorire un maggiore coinvolgimento. Ma al momento siamo soddisfatti dall’interazione che abbiamo avuto coi nostri concittadini”.

3D7D6345 2C60 484F 97D3 C8607F349798 623x350

Gli osservatori esterni hanno potuto apprezzare il clima di assoluta serenità e pacatezza che ha caratterizzato l’incontro. Mai un parola fuori luogo, un tono di voce alto, mai un cenno di polemica. Segno evidente di un alto livello di educazione e civismo da parte di tutti, ma soprattutto dell’affetto e della stima di cui gode questa Amministrazione. 

D52DD2BE 992D 4BCF B24F 122B4B9AADC6 623x350
Articolo precedenteMontefiascone, visita al cimitero con sorpresa
Articolo successivoMondo forex: cosa aspettarsi nei prossimi mesi dal cambio euro-dollaro?