RONCIGLIONE – “Ronciglione è pronta per compiere un passo avanti storico nell’ambito del sociale ed in particolare dello sport. La nuova amministrazione comunale dimostra di fare sul serio, rispettando le promesse di sviluppo esposte durante la campagna elettorale delle recenti elezioni dell’11 giugno 2017.

Un forte segnale verso il reale rilancio del paese è dato dalla volontà dell’Amministrazione Comunale (manifestata con delibera di Giunta n.166 del 09/11/2017), di definire le modalità di intervento sul campo sportivo comunale. Un terreno di gioco in erba sintetica che permetterà un salto di qualità non indifferente sotto numerosi punti di vista.

L’avanzamento della domanda di partecipazione al bando del credito sportivo per la realizzazione dell’opera, sarà lo step successivo per la riuscita del progetto. La volontà unanime del sindaco Mario Mengoni e dei suoi consiglieri, ha accelerato le pratiche: l’obiettivo è iniziare i lavori nel mese di maggio 2018. Verrà dunque premiato il duro lavoro del vicesindaco Sesto Giovanni Aramini Vettori: sin dal momento dell’investitura dell’incarico di consigliere delegato allo sport nell’amministrazione precedente, ha profuso un impegno costante per la realizzazione di questo sogno a beneficio di tutti i cittadini ronciglionesi. Il piano di rientro per le casse comunali è agevolato dalle cospicue spese che ogni anno vengono effettuate per la semplice manutenzione del centro sportivo.

Basti pensare che dal 2012 ad oggi l’esborso totale per i costi di conservazione della struttura ammontano a ben 230mila euro. Il mutuo richiesto ammonta ad euro 464.000, con rate annuali complessive di euro 30mila, gli stessi che ogni anno vengono spesi soltanto per curare il “Comunale” di Ronciglione. Un investimento congruo per un progetto con enorme potenziale: continuando con il vecchio campo in terra tra 10 anni le spese di semplice mantenimento di una struttura inadeguata, ammonterebbero a circa 700mila euro. Oggi lo sport è diventato un fenomeno sociale ed economico di primaria importanza, risultando in assoluto lo strumento per educare, formare, favorire l’integrazione e la solidarietà, in grado di guardare con attenzione i più giovani e rivolgersi all’età matura. In un momento in cui si evidenzia la crisi del ruolo svolto da scuola e famiglia, il movimento sportivo può e deve farsi carico di queste responsabilità, in quanto i momenti aggregativi che riesce ad esprimere, risultano essere l’ancora di salvezza per molti giovani. Investire nello sport significa investire nell’educazione, nella salute, nella cultura dei giovani e della società civile; senza questa formazione di base diventerà sempre più impegnativo il cammino verso il futuro.

Ed è in questo contesto che si inserisce la realizzazione di un punto di aggregazione funzionale quale può essere un semplice campo di calcio. In questi anni le Associazioni sportive a Ronciglione sono proliferate dimostrazione della necessità dei cittadini, soprattutto i più piccoli, di partecipare ad attività sportive. In particolare si distingue, per l’impegno profuso, nella formazione calcistica di bambini e adolescenti, l’ASD Ronciglione United. Il Ronciglione United nasce nel 2010 come società di terza categoria ed in pochi anni diviene una delle maggiori realtà nel campionato regionale di Promozione. L’attività di scuola calcio è in costante crescita e circa 200 atleti tra bambini e adulti fanno parte di una grande famiglia, costantemente in progressiva espansione. I numeri sono destinati ad aumentare, quindi un miglioramento delle strutture può solo che far bene alla crescita di questa, come di altre associazioni sportive militanti in campo calcistico. Come ad esempio la Vicus Ronciglione, che da anni milita nel campionato di terza categoria.

Le attività di base in un terreno di gioco in terra vengono spesso compromesse per motivi metereologici, nonché infastidite dalla durezza e non omogeneità del suolo, problema che causa spesso numerosi infortuni. Il nuovo manto erboso garantirà maggiore visibilità e potrà essere finalmente utilizzato per eventi sportivi anche di grande rilevanza. Oltre al campo, il progetto prevede la costruzione di un locale infermeria di primo soccorso, utile a garantire l’incolumità degli atleti in caso di infortunio. Gli spogliatoi verranno ulteriormente ristrutturati: l’obiettivo è di rendere fruibile alle persone con disabilità fisiche l’intero impianto sportivo. Tutto è pronto per l’inizio del rilancio del paese: sarebbe un evento atteso da moltissimi anni, la Ronciglione calcistica, e non solo, sogna di diventare una delle maggiori realtà del dilettantismo regionale, ma anche punto di riferimento importante per il turismo sportivo, rivelatosi un mezzo straordinario per rivalutare il territorio.

Il turismo sportivo è, infatti, un catalizzatore in grado di innescare un circolo virtuoso che permette di promuovere un territorio come meta turistica, attirare persone, migliorare l’offerta ricettiva, ristorativa e commerciale”.

Giorgio Serafinelli

Commenta con il tuo account Facebook