RONCIGLIONE – Con il progetto “d’Artemisia”, andato in scena sabato 17 marzo al Teatro “E. Petrolini” di Ronciglione, si è conclusa la prima edizione del Francigena Live Festival, ambizioso contenitore culturale che ha racchiuso una serie di appuntamenti di successo andati in scena tra dicembre 2017 e marzo 2018.

“Un festival ambizioso ed innovativo – ha dichiarato Massimo Chiodi, Assessore alle Politiche culturali – che ha visto lavorare in sinergia e da protagoniste le Istituzioni comunali Teatro e “Progetto musica”, dando vita a nove appuntamenti di alta qualità che hanno ampiamente superato il migliaio di spettatori. Numero che acquista ancor più valore tenendo conto di vari fattori, tra i quali quello di offrire al territorio appuntamenti per il giorno di Natale e per il primo giorno dell’anno, muovendosi su generi musicali che il grande pubblico non frequenta abitualmente”.

Insieme ai comuni di Caprarola, Capranica e Sutri, il comune di Ronciglione ha presentato nel 2017 un progetto per partecipare al bando della Regione Lazio dal titolo “Spettacoli dal vivo”, le cui iniziative si sarebbero dovute svolgere dal dicembre 2017 al marzo 2018, a fronte di un impegno economico per ciascun comune di 12.500 euro e di un finanziamento regionale di 10.000 euro per ciascun partecipante. Nasce così il Francigena Live Festival, che a Ronciglione ha dato vita alla rassegna di Musica da Camera, al Christmas in Jazz e al progetto “d’Artemisia”.

Nello specifico, l’Istituzione Progetto Musica è stata parte attiva nella produzione e nella realizzazione del complesso quanto ambizioso progetto “d’Artemisia”, che ha coinvolto ben 36 musicisti, godendo di un finanziamento di 4.000 euro al quale si è unito il contributo di uno sponsor privato. 2.000 euro sono invece stati destinati alla realizzazione della rassegna di Musica da Camera, articolata in cinque appuntamenti andati in scena lo scorso dicembre. Un prezioso contributo grazie al quale il maestro Fernando De Santis ha saputo costruire un programma valido ed interessante, garantendo continuità ad una tradizionale quanto amata rassegna ronciglionese.

Il Christmas in Jazz è stato invece affidato all’Istituzione Progetto Teatro, con uno stanziamento di 16.500 euro che è andato a copertura di tre grandi concerti di livello internazionale, portando al Petrolini un pubblico numeroso ed entusiasta.

“L’amministrazione – ha dichiarato il sindaco, Mario Mengoni – ha intenzione di procedere sulla strada della qualità, riproponendo agli enti locali di farsi promotori di una seconda edizione del Francigena Live Festival, visto il successo riscosso dalla prima. L’obiettivo è quello di non rinunciare al lavoro di pianificazione e di programmazione che l’ente locale ha il compito di svolgere”.

Commenta con il tuo account Facebook