Alessandro Giovagnoli

RONCIGLIONE – Il 13 Aprile presso l’Auditorium Biagio D’ Alba del Ministero della Salute , ha preso avvio la Conferenza Nazionale “ Benessere Animale “ promossa dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei farmaci veterinari e dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

 

La Conferenza suddivisa in tre giornate, 13 Aprile -Animali D’Affezione – 14 aprile Animali da Reddito -15 Aprile Animali Utilizzati a fini scientifici e sperimentali , ha visto nella prima giornata il nostro comune presente nella terza sessione “ Benessere degli Equidi “ con il Sindaco invitato a relazionare sul “ Caso Ronciglione “ ovvero su quanto accaduto dopo la tragica fatalità del palio 2011 e sul cammino virtuoso intrapreso da un intera cittadinanza in ordine al doveroso obbligo morale e giuridico del rispetto degli animali e delle norme che li tutelano che ha portato alla risoluzione della vicenda giudiziaria con il Ministero che ci avrebbe visti in caso di soccombenza costretti a pagare un risarcimento di € 500.000,00 più interessi e spese con serio pericolo del dissesto finanziario dell’ente, successiva tassazione alle famiglie e quindi con gravissime implicazioni di ordine sociale.

 

La sessione pomeridiana sul Benessere degli Equidi si è aperta con l’intervento della Dott.ssa Michela Minero che avevamo già avuto modo di apprezzare durante i corsi formativi organizzati dal nostro comune sul benessere del cavallo sportivo impiegato nelle manifestazioni popolari, è proseguita poi con l’intervento del Sindaco Giovagnoli (foto), del Procuratore di Napoli Nord Dott.ssa Paola D’Ambrosio e si è conclusa con una panoramica sugli aspetti antropologici delle manifestazioni relazionati dalla Dott.ssa Adorni. Nella mattina , dopo il saluto del Direttore Generale, Dott. Borrello , si erano susseguiti negli interventi illustri esperti del settore e rappresentanti di importanti associazioni tra i quali la Senatrice Rocchi, presidente nazionale ENPA , il Dott. Pageat entomologo e comportamentista , il Dott. De Massis dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale,solo per citarne alcuni .

 

Il Sindaco Giovagnoli ha coinvolto i numerosi presenti relazionando sui fatti accaduti dopo una accurata premessa sul Palio delle corse a vuoto , sulle sue modalità di svolgimento e su quanto non si tratti solamente di una semplice corsa di cavalli ma su come il Palio sia la vita stessa della città e dei ronciglionesi , dei bambini che crescono imparando la storia e le tradizioni dai padri e dai nonni, e che orgogliosamente continueranno a tramandare alle generazioni successive . Ha spiegato le ragioni della sospensione della manifestazione , il contenzioso apertosi con il Ministero della Salute e la proposta transattiva della realizzazione di un progetto sulla promozione del benessere animale , sul rapporto uomo/animali unito a percorsi formativi. Ha poi illustrato le varie fasi del progetto così come approvato dal Ministero della Salute ( lezioni di zooantropolgia nelle scuole , corsi formativi per proprietari di cani , corsi sul benessere del cavallo sportivo, interventi assistiti con gli animali ) ha messo in evidenza l’impegno costante dell’Amministrazione che ha aderito su proposta della Asl Viterbo ad un progetto di prevenzione contro il Randagismo e alla proposta di una norma che regolamenti la costruzione dei canili e ha concluso il suo intervento ringraziando il Ministero della Salute nelle persone del Dott. Borrello e del Dott. Santucci per la grande opportunità concessa perché attraverso la realizzazione del progetto un intero paese ha saputo cogliere la mutata e sempre crescente sensibilità nei confronti degli animali, riconoscendone le esigenze e apprezzandone la grande funzione sociale, in molto casi terapeutica, e comunque sempre di grande valenza affettiva che fa del nostro rapporto con queste creature un punto fermo e irrinunciabile della vita di tutti noi .

 

La partecipazione alla Conferenza Nazionale non ha solo permesso all’Amministrazione di recuperare l’immagine di un Paese che da sempre riconosce e tutela i diritti degli animali ma anche di gettare le basi per la realizzazione di un Palio in assoluta sicurezza nel totale rispetto delle norme che regolamentano tali manifestazioni a garanzia dell’incolumità degli animali . A tal proposito sono stati fruttuosi i rapporti che il Sindaco e l’Assessore alle Politiche Agricole e forestali Sergio Orlandi , hanno intessuto con i rappresentanti delle varie Istituzioni e Associazioni presenti e che hanno dimostrato interesse a vagliare il progetto della manifestazione senza preconcetti di sorta con l’auspicio di creare un Palio che sia esempio da esportare in altre realtà.

Commenta con il tuo account Facebook