RONCIGLIONE – Il Teatro Comunale “Ettore Petrolini” di Ronciglione è stato, nella mattinata di venerdì 30 gennaio, scenario dell’ultima giornata dimostrativa dedicata alla sicurezza stradale, nell’ambito del progetto rotariano firmato Rotary Club Viterbo Ciminia, che ha visto protagonisti gli studenti delle classi IV e V del Liceo “Meucci” di Ronciglione e del Liceo “Buratti” di Bassano Romano.

 

Prima autori di un Report sulla dinamica dell’incidentalità nel territorio della provincia di Viterbo, poi attori protagonisti di una giornata ludica e partecipativa – con interventi espositivi frontali ed interattivi, proiezioni di filmati incisivi ad alto impatto, con l’impiego, tra l’altro, di due simulatori di guida, messi a disposizione dall’ACI – infine, ieri, spettatori attenti di una serie di interventi illustrativi e dimostrativi sui reati stradali e norme di comportamento dell’utente della strada, l’omissione di soccorso ed altri temi quali alcol e droga: “Il mio ringraziamento va al Rotary Club Viterbo Ciminia per l’importante occasione di studio e ricerca concessa ai due Istituti Scolastici. Un lavoro – afferma il Dirigente Scolastico Prof.ssa Domenica Ripepi – che ha permesso agli studenti di confrontarsi con tematiche che, per quanto crude e drammatiche, forniscono una visione chiara sulle dinamiche del fenomeno dell’incidentalità stradale”.

 

Sono intervenuti, ognuno approfondendo tematiche differenti legate alle norme e al comportamento dell’utente della strada, il Maggiore Scotti, comandante della compagnia dei carabinieri di Ronciglione; il comandante della polizia locale di Ronciglione, Antonio Mocavini; il titolare della scuola guida Massimiliano Capaldi; il Dirigente del Centro Giuda Sicura Aci-Sara di Vallelunga, Danilo Spizuoco. In particolare, il Mggiore Scotti, ha evidenziato durante la sua esposizione l’importanza del comportamento in caso di incidente: “Il conducente, in caso di sinistro stradale, ha l’obbligo di fermarsi e prestare assistenza, mettendosi immediatamente a disposizione degli organi di polizia; per non incorrere nel delitto di omicidio colposo o di lesioni personali colpose”.

 

La tornata di interventi si è conclusa con la premiazione del miglior logo e del miglior elaborato sul tema, realizzati nella fase preliminare dagli studenti coinvolti nel progetto. Ad aggiudicarsi i due Coupon validi per i corsi di guida sicura Aci-Sara a Vallelunga, sono stati gli alunni Benedetta Marucci e Riccardo Nervini.

 

“Nel corso di questo progetto siamo venuti a conoscenza diretta delle dinamiche che sono alla base di una delle peggiori piaghe planetarie, le morti sull’asfalto – ha commentato in fase conclusiva il Presidente del Rotary Club Viterbo Ciminia, dott. Enrico Cruciani. “Non buttiamo benzina sulle relazioni sociali, lasciamola nei serbatoi. E ricordiamoci che l’automobile spesso infiamma le persone, anche quelle più miti. Un tributo di sangue che può essere fermato, dipende solo da noi”.

 

Le ultime fasi del progetto sono previste per febbraio e marzo 2015, con la realizzazione da parte degli alunni di una più ampia monografia, del tutto inedita, che consentirà di far luce sul vero andamento del trend degli incidenti nei singoli Comuni della provincia di Viterbo. Infine, la diffusione della monografia ai Sindaci del territorio, veri destinatari di uno strumento informativo così prezioso e mai realizzato prima.

 

Un progetto che, in perfetto stile Rotary, si è guadagnato un meritato successo grazie all’associazionismo, allo spirito collaborativo dimostrato da tutti i soggetti coinvolti e alla volontà di servire il proprio territorio “al di sopra di ogni interesse personale”, come recita un famoso motto rotariano di qualche anno fa. Il tutto pagato non in euro, ma in rapporti umani e progettualità.

 

Commenta con il tuo account Facebook