VITERBO – C’è sempre qualcosa di preciso, di saldo, di condiviso che innerva la memoria collettiva di una nazione, che va custodito con attenzione e passione, se non altro per ricorrervi nel momento del bisogno come fonte di ispirazione…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteAndrea Clarioni si aggiudica il 2° Torneo di Biliardo 5 Birilli
Articolo successivo“Il fiore è sbocciato”