Per la prima volta anche a Viterbo eventi per la Festa dei nonni 6 e 7 ottobre

Nell’ambito del Garden Festival d’Autunno, l’iniziativa nazionale organizzata dall’Associazione Italiana Centri Giardinaggio che coinvolge tantissimi Centri di Giardinaggio in tutta Italia – per la prima volta il 6 e 7 ottobre in occasione della festa dei Nonni, in tutti i garden center aderenti si terranno moltissime iniziative per avvicinare al modo del verde i più piccoli coinvolgendo anche i nonni, con letture di fiabe e laboratori tra i quali il laboratorio “C’era una volta la bambola pannocchia” – la bambola è la figura più ironiche antica fra i giocattoli dei bambini.

Accompagna tanto le bimbe quanto i bimbi a sviluppare il senso di accudimento che è cosi importante allenare anche nel maschio. Ma una volta, come era la bambola popolare? Se lo chiediamo ai nostri nonni ci diranno che era fatta con una pannocchia e che le nonne subito prima della mietitura si raccoglievano con i nipoti davanti al fuoco, mentre raccontavano loro storie fantastiche – o il laboratorio “Il cestino di Cappuccetto” – per realizzare con salice, rafia un cestino come quello di Cappuccetto rosso.

A Viterbo l’evento di terrà da Zannoni Garden a San Lorenzo Nuovo.

Il Garden Festival d’Autunno prosegue fino al 21 ottobre con tantissimi eventi, workshop di composizioni autunnali, consigli di giardinaggio per concludersi con una grande festa finale aperta a tutti (20 e 21 ottobre).

Il Ciclamino è il protagonista indiscusso della terza edizione del Garden Festival d’Autunno: AICG ha scelto infatti di sostenere la Campagna “Nastro Rosa AIRC”: per tutto il mese di ottobre, per ogni vaso di ciclamino di colore rosa venduto, i Centri di Giardinaggio aderenti devolveranno 1 euro a sostegno dei progetti di ricerca sul tumore al seno dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Ottobre è infatti il mese di sensibilizzazione dedicato al tumore al seno e anche Aicg vuole ricordare l’importanza della prevenzione e dimostrare la sua vicinanza alle donne che stanno affrontando questa malattia, che in Italia colpisce una donna su otto nell’arco della vita e rappresenta la neoplasia più frequente nel genere femminile.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email