Secondo recenti studi la pandemia in corso sta avendo risvolti non positivi anche sulla qualità sia del sonno e dei sogni, che sul nostro comportamento alimentare.

L’esposizione continua a fattori di stress derivanti dal periodo in corso, come: la paura, l’ansia, la confusione, l’incertezza, la costante attenzione, la routine spezzata in continuazione, la preoccupazione socio-economica oltre che quella sanitaria, la sospensione delle attività lavorative e scolastiche, nonché le limitazioni sociali, influiscono sul benessere psico-fisico e sulle abitudini comportamentali.

Sia il sonno con i sogni e sia il comportamento alimentare diventano cosi una valvola di sfogo per alleviare lo stress circostante. Nel corso di quest’ultimo anno è emerso infatti un aumento dei disturbi del sonno e dei disturbi dell’alimentazione.

Nel primo caso: alterazioni del sonno, risvegli continui, insonnia, ipersonnia, incubi, sonnambulismo, bruxismo, enuresi notturna nei più piccoli, sono tra i più comuni.

Nel secondo caso: anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbo da alimentazione incontrollata, alimentazione notturna, pica, obesità, e altri disturbi del comportamento alimentari.

Questi disturbi dal punto di vista psicologico servono a liberare gli impulsi e le emozioni represse o non ascoltate, ma servono anche a suggerire il bisogno di prendersi cura oltre che del benessere fisico anche di quello mentale.

Dott.ssa Claudia Florea
Psicologa Psicoterapeuta Viterbo e Online
-pag. Fb: Psiche ••• Dott.ssa Claudia Florea
-cell: 338 42 41 565
-email: [email protected]