VITERBO – Sbarca a Viterbo la terza tappa del tour autunnale di PalaComieco, l’iniziativa itinerante che Comieco – Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica – riserva alle piazze italiane per avvicinare adulti e bambini ai temi della raccolta differenziata e del riciclo di carta e cartone. In collaborazione con il Comune di Viterbo e Viterbo Ambiente Scarl, dal 16 al 19 novembre sarà possibile conoscere le mille vite della carta direttamente in Piazza del Plebiscito, con ingresso libero tutti i giorni dalle 9.00 ore alle ore 19.00.

Come nascono carta e cartone? Come si fa una corretta raccolta differenziata? Perché è importante separare i rifiuti?

Queste le domande che troveranno risposta grazie a PalaComieco. Attraverso istallazioni interattive e divertenti giochi quiz, verranno svelate le diverse fasi del ciclo del riciclo della carta e del cartone e verrà mostrato come raccolta differenziata e riciclo possano dar vita ad un perfetto esempio di economia circolare con cui rifiuti e scarti tornano ad avere una seconda vita.

Tre speciali “scatole di cartone” all’interno delle quali giocare con la raccolta differenziata per imparare, divertendosi, il valore ambientale ed economico di un gesto così semplice e così importante. L’obiettivo è quello di crescere cittadini consapevoli e responsabili, in grado di compiere scelte e comportamenti sempre più sostenibili per il bene della collettività.

“Il Comune di Viterbo ha ottenuto ottimi risultati nella raccolta differenziata di carta e cartone nel 2016: oltre 3 mila le tonnellate raccolte, con un pro capite di 49 kg/ab, un dato decisamente superiore rispetto alla media provinciale che si attesta sui 35 kg/ab.” – ha dichiarato Piero Attoma, Presidente di Comieco– “Iniziative come il Palacomieco diventano
quindi un’occasione per constatare i buoni risultati raggiunti dal Comune e per stimolare un continuo miglioramento nella raccolta differenziata di carta e cartone da parte di tutti, Amministrazione, gestore del servizio e cittadini”.

“Quando abbiamo un pezzo di carta in mano lo arrotoliamo, lo spezzettiamo, lo accartocciamo, non riflettiamo sulla sua importanza. Compito di ognuno di noi è gettarlo con accortezza, metterlo nel contenitore giusto, senza mischiarlo con altri oggetti. La carta è un materiale che può rinascere a nuova vita. Il riciclo della carta è un mezzo che ci permette di riutilizzarla, di farla rinascere, con risparmio economico e soprattutto tutelando l’ambiente”. Ha commentato l’arch. Maurizio Tofani, Assessore con delega all’ambiente del Comune di Viterbo.

“I risultati ottenuti derivano dal buon funzionamento del binomio “Cittadino conferente-Soggetto gestore del servizio di raccolta”. L’attenzione del primo e la puntualità nello svolgimento dei servizi del secondo sono la garanzia per porsi obiettivi di miglioramento continuo, anche oltre la percentuale del 57,5% di raccolta differenziata appena registrata nel mese di ottobre 2017. Oltre all’elemento quantitativo è emblematico il dato relativo all’aspetto qualitativo del materiale raccolto; la frazione estranea rilevata nella carta raccolta nel Comune di Viterbo nel 2016 è stata pari all’1,5% a fronte di un dato medio nazionale del 3,6% e di quello specifico del 2,1% dell’Area Nord Italia ove registrate mediamente le migliori performance in sede di analisi. L’impegno della Viterbo Ambiente Scarl, oltre alla costante attenzione ai servizi, si esplica anche sull’attivazione di specifiche iniziative e campagne di comunicazione, come quella attualmente in corso.

Infatti oltre alla consegna appena conclusa di materiale informativo riguardante sia le modalità di erogazione dei servizi che la promozione delle buone pratiche di raccolta, a breve anche l’avvio del progetto “Green Defenders” destinato a tutti gli istituti scolastici (scuole primarie e secondarie di primo grado) del territorio comunale”. Ha dichiarato Mauro
della Valle, Presidente di Viterbo Ambiente Scarl.

SCHEDA DESCRITTIVA DEL PALACOMIECO

All’interno delle grandi “scatole di cartone”, le guide condurranno piccoli e grandi visitatori in un viaggio nel mondo del riciclo di carta e cartone attraverso tre tappe, una per ognuno dei padiglioni che compongono la struttura. Al PalaComieco si impara giocando, per questo la visita inizia con la divisione della classe in squadre, ognuna con un compito durante tutto il percorso.

1. Si parte dalla scoperta dei diversi tipi di carta e imballaggi, da toccare con mano in una galleria di “ritratti” che ne raccoglie le varie tipologie. Un totem interattivo consente di familiarizzare con le numerose forme in cui possono trasformarsi carta, cartone e cartoncino quando entrano nelle nostre vite quotidiane sotto forma di imballaggi o altri oggetti di uso comune.

2. All’interno del secondo padiglione, si passa al funzionamento delle fasi del ciclo del riciclo di carta e cartone, sperimentandole direttamente attraverso speciali postazioni interattive: dalla raccolta differenziata negli appositi bidoncini, alla simulazione di una piattaforma di selezione tramite un tavolo touchscreen per passare ad un pulper e ad una macchina
continua in miniatura, che trasformano il macero in nuova carta; il ciclo si chiude con uno speciale plotter grazie al quale si può scegliere una tipologia di imballaggio (porta occhiali, porta matite, porta merenda) e veder uscire la fustella nel giro di pochi secondi, pronta per essere montata e decorata.

3. Infine, giunti al terzo padiglione, ci si sofferma sui benefici del riciclo di carta e cartone. Il quiz a squadre conclude la visita e mette alla prova i ragazzi su quanto appreso. Le tre squadre che saliranno sul podio potranno immortalare il momento con una coppa in cartone riciclato. Per tutti un attestato di ambasciatore del riciclo di carta e cartone, gadget e materiale informativo. Naturalmente, tutto in carta riciclata!

In ogni padiglione, le attività sono accompagnate da un video di animazione esplicativo.
Comieco (www.comieco.org) è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, nato nel 1985 dalla volontà di un gruppo di aziende del settore cartario interessate a promuovere il concetto di “imballaggio ecologico”, costituitosi in Consorzio Nazionale nell’ambito del sistema consortile Conai per la gestione degli imballaggi con l’entrata in vigore del D. Lgs. 22/97. La finalità principale del Consorzio è il raggiungimento, attraverso una incisiva politica di prevenzione e di sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone, dell’obiettivo di riciclaggio dei rifiuti di imballaggi cellulosici previsto dalla normativa europea (direttiva 2004/12/CE che ha integrato e modificato la direttiva 94/62/CE). Comieco è tra i fondatori del neo-costituito Consiglio nazionale della Green Economy, formato da 53 organizzazioni di imprese, nato a febbraio 2013 per dare impulso allo sviluppo dell’economia verde in Italia.