Gianluca Carboni

VITERBO – Gianluca Carboni ha conquistato domenica la sua terza vittoria al Motor Show. Dopo essersi imposto nel 2008 e 2009 nel Ferrari Challenge, il pilota viterbese ha trionfato lo scorso fine settimana nella sfida della Porsche Carrera Cup Italia che lo ha visto impegnato con i colori del team Dinamic Motorsport.

Una vittoria ottenuta dopo avere fatto segnare il secondo miglior crono nella sessione di qualifica, eliminando nei quarti di finale (aggiudicandosi entrambe le manche) Davide Uboldi e poi facendo lo stesso in semifinale con Niccolò Mercatali, quando ha anche ottenuto il “record lap” assoluto della giornata facendo segnare il tempo di 38″93.
Nella finalissima tutto facile, dopo l’uscita contro le protezioni del compagno di squadra Gianmarco Quaresmini.

“Sono veramente felice di questa vittoria. Adesso comincio quasi a perdere il conto dei successi e dei podi ottenuti qui al Motor Show. Mi spiace solo che sia finita come è finita, ovvero con l’uscita di Quaresmini. Sarebbe stato bello giocarcela fino in fondo, perché lui era davvero un avversario ostico. Vedo questa partecipazione alla gara della Porsche Carrera Cup Italia in ottica 2018, quando mi piacerebbe prendere parte a tutto il campionato. Per il momento ringrazio il team Dinamic Motorsport, con cui ho subito instaurato un ottimo feeling e che mi ha messo a disposizione una vettura perfetta”, ha commentato Carboni.

Ma l’avventura del driver laziale al Motor Show edizione 2017 non si è ancora conclusa. Domani (mercoledì 6 dicembre), Carboni scenderà infatti nuovamente in pista sullo storico circuito dell’Area 48, per affrontare la gara del Trofeo Italia Sport Prototipi. Per l’occasione guiderà per la prima volta in assoluto una Wolf GB08 CN2 della scuderia Best Lap. “Sarà un impegno non da poco – ha aggiunto Carboni – Primo, perché prima di adesso non ho mai guidato questa vettura; secondo perché dovrò vedermela anche con molti specialisti delle salite, più abituati a portare al limite quelle potenti biposto su dei tracciati particolarmente tortuosi. Per me si tratterà inoltre di un ritorno sui Prototipi, avendo preso parte al campionato italiano tra il 2007 e 2008”. Il format delle gare sarà quello di sempre, con le due manche da tre giri ciascuno e l’eliminazione diretta.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email