Giovanni Gidari

VETRALLA – “Il Sindaco Coppari dall’inizio del suo insediamento ha portato all’esame del Consiglio e delle commissioni consiliari la situazione della Vetralla Servizi, in diverse sedute, senza mai riuscire a presentare delle concrete proposte per il suo rilancio.

Nella seduta di Consiglio del 28/12/2017 la maggioranza del Sindaco Coppari ha approvato il piano industriale, presentandolo addirittura come progetto innovativo, senza neanche rendersi conto di aver riproposto la gestione dei servizi come negli anni passati, con la sola variante della sostituzione del contratto collettivo nazionale dei lavoratori tra l’altro senza alcun beneficio per i lavoratori e per i cittadini.

E’ bene precisare che prima di procedere all’esame del piano industriale avrebbero dovuto portare all’esame del consiglio i servizi da affidare alla società e relativi disciplinari.

Anomalia procedurale che lascia molti dubbi sulla regolarità dell’atto adottato dal quale si evince una netta difformità rispetto ai servizi affidati con la delibera di C.C. 46 del 27/11/2014 dove sono previsti importi contrattuali di affidamento di molto superiori rispetto all’importo del piano industriale che è stato adottato.

Il piano adottato dalla maggioranza Coppari prevede un fatturato annuo di euro 715.954,93, inferiore al precedente di euro 840.000. Per quale motivo è stata attuata tale riduzione del fatturato?

Ritengo che sia molto grave non aver provveduto a far verificare la congruità del costo dei servizi previsti con la sopra citata deliberazione consiliare

Tutto ciò non è di poco conto, infatti l’atto potrebbe essere inficiato considerando che è stato stipulato un contratto con la società per un importo diverso rispetto a quello stabilito dalla sopra menzionata delibera.

L’amministrazione Coppari oltre ad adottare provvedimenti poco chiari sta anche dimostrando di non avere a cuore il rilancio e l’eventuale futuro della società, altrimenti avrebbe valutato la possibilità di affidare altri nuovi servizi, sicuramente con meno oneri a carico dell’Ente, prevedendo anche la dotazione dei mezzi necessari per una loro migliore gestione.

Altra considerazione da evidenziare, è che questa maggioranza ha decurtato la società di alcune attività come la gestione della ludoteca che è stata affidata a soggetto esterno comportando una conseguente riduzione di fatturato della società.

Il Sindaco Coppari dovrebbe sapere che per garantire la sopravvivenza della Vetralla Servizi S.r.l. è necessario aumentare il suo fatturato rispetto a quello attuale, incrementando quindi i servizi e non certo togliendoli.

Il Decreto Madia, infatti, consente fino al 2019, la sopravvivenza di società partecipate con fatturato superiore a 500 mila Euro e dal 2020 in poi prevede l’eliminazione o fusione di quelle società partecipate che non hanno raggiunto un fatturato medio di un milione di Euro nel triennio 2017/2019.

Come può un’ amministrazione prendere, a cuor leggero, simili decisioni rischiando di mettere in crisi tutto il sistema dei servizi comunali e, ancora peggio, mettere in mezzo a una strada i lavoratori?

Complimenti sindaco Coppari, anche questa volta ha dato dimostrazione di grande capacità amministrativa e di rispetto per i lavoratori e le loro famiglie”.

Giovanni Gidari
Consigliere Comunale “Progetto Vetralla”

Commenta con il tuo account Facebook