RONCIGLIONE – “L’annuncio dato giovedì dalla Prefettura ci fa gioire e sperare che la bonifica della “Chemical City “ sia stata effettivamente realizzata in tutta la superficie ed in profondità.

 

Proprio il 20 LUGLIO 2015, mentre a nostra insaputa si svolgeva una riunione tecnica presso la Prefettura, abbiamo richiesto con una lettera con posta certificata al Prefetto di Viterbo e al Sindaco di Ronciglione chiarimenti rispetto gli scoppi che sembrava fossero provenienti dall’interno del Centro Nucleare Batteriologico e Chimico.

 

Adesso ci giunge notizia che la bonifica è terminata e ne siamo felici. C’è ancora il problema del trasporto dei residuati bellici presi in carico dal Centro Tecnico Logistico Interforze NBC di Civitavecchia competente alla distruzione. Speriamo che avvenga il più presto possibile e comunque nella massima sicurezza delle popolazioni.

 

Una concreta azione per la quale ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti i componenti del Coordinamento Nazionale Bonifica Armi Chimiche che hanno portato avanti un’azione decisa con il coinvolgimento dei parlamentari di tutte le posizioni politiche. Ringraziamo il comitato provinciale AICS , la sezione del PSI di Ronciglione, il M5S di Ronciglione, l’on. Oreste Pastorelli deputato PSI e l’on. Bernini che si sono interessati per la ripresa della bonifica. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno appoggiato nella nostra richiesta perché ciò avvenisse e hanno richiesto con noi il rispetto del diritto dei cittadini ad un ambiente sano. Ora il Centro Chimico può essere restituito alla popolazione. Siamo soddisfatti per il grande risultato ottenuto.

 

Raimondo Chiricozzi
presidente Comitato provinciale AICS e segretario Coordinamento Nazionale Bonifica Armi Chimiche

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email