“Un atto concreto in difesa dell’ambiente”. Lo afferma il consigliere regionale (Pd) Enrico Panunzi, commentando il lancio della campagna “Ossigeno” da parte della Regione Lazio, che prevede la piantumazione di 6 milioni di alberi, per compensare o assimilare 240mila tonnellate all’anno di anidride carbonica. “Non è una misura spot, ma un progetto complesso nel quale l’amministrazione Zingaretti investirà, tra il 2020 e il 2022, 12 milioni di euro per produrre e acquistare alberi e arbusti autoctoni certificati e coinvolgere comuni, aziende, associazioni, onlus e stakolder alla piantumazione diretta – prosegue Panunzi -.
A questo si aggiunge, dal 21 ottobre, il bando “Green” di 3 milioni di euro per promuovere e sensibilizzare i più giovani al rispetto dell’ambiente, al quale potranno partecipare enti del terzo settore, associazioni ambientaliste, enti di gestione delle aree naturali protette regionali e dei monumenti naturali del Lazio presentando progetti in merito ai cambiamenti climatici, all’inclusione sociale, ai diritti e all’ambiente, alla gestione dei rifiuti. Di fronte alle nuove sfide che il cambiamento climatico ci pone, la Regione Lazio conferma quindi la sua grande attenzione a questo tema, visto anche come opportunità di sviluppo economico”.
In concomitanza con la Giornata nazionale degli alberi, dal prossimo 21 novembre, la campagna “Ossigeno” prenderà il via cominciando a piantumare parte dei 30mila alberi e arbusti già pronti e messi a disposizione dal Vivaio del parco regionale dei Monti Aurunci. La piantumazione partirà dai luoghi e dalle strutture di competenza regionale.
Commenta con il tuo account Facebook