«Rinnoviamo con urgenza la richiesta alla maggioranza di convocare un Consiglio comunale straordinario inserendo all’ordine del giorno una risoluzione per avere certezze sul progetto esecutivo Ardis/Regione Lazio di messa in sicurezza del fiume Fiora. E invitiamo i responsabili politici del pd regionale a questo consiglio ed i tecnici degli enti e società interessate.

“Il progetto c’è è un dato di fatto e sicuramente sará costato dei bei soldi ma allora perché è fermo?, è stato dimenticato?, non ci sono soldi?, ci sono intoppi burocratici?, oramai è vecchio?” Queste sono le risposte che ci deve dare la Regione e questo è quello che vogliamo dalla maggioranza che guida dal 2012 Montalto: esigere queste risposte!
Sentire e leggere le solite frasi di circostanza del nostro Sindaco mi da la sensazione di una resa incondizionata. Ma allora ne riferisca in consiglio e ai cittadini, dica chi sono i responsabili e spieghi le cause. È ora di rovesciare qualche scrivania e di far pesare l’ importanza del nostro territorio e – afferma Francesco Corniglia consigliere comunale del M5stelle – non dimentichiamo lo stato della diga Enel a Vulci, la sua manutenzione e funzionamento.
Appoggiamo la richiesta di stato di calamità naturale per i sacrosanti fondi per ripristinare i danni e rimborsare chi li ha subiti.
Ma non siamo disposti ad accettare inermi che passino inutilmente altri anni.
Una cosa mi fa veramente arrabbiare, se non ci fosse stato il progetto avrei imprecato contro la natura ma così ci sentiamo presi in giro. Esiste la soluzione ma non la si realizza e allora le imprecazioni si rivolgono agli uomini che promettono e non mantengono. E vogliamo sapere i nomi e cognomi di questi uomini perché ne paghino le conseguenze».