Tutto pronto per il convegno “Il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi e la Tuscia: una scelta impossibile”, in programma domani, venerdì 15 ottobre dalle 9 a Palazzo Gentili, sede della Provincia di Viterbo.

L’iniziativa è indetta dalla Provincia ed è organizzata da una serie di associazioni che si uniscono: i comitati per la salvaguardia del territorio di Corchiano e della Tuscia, Montalto Futura, Maremma Viva, Verde Tuscia, le associazioni Italiana Cultura e sport (sez. Viterbo), Italia Nostra (sez. Tarquinia) e Pro loco Gallese, il Sovrano Militare Ordine di Malta e il Biodistretto della Via Amerina e delle Forre, insieme per dire no al deposito di scorie nucleari Sogin.

Fitto e interessante il programma degli interventi, che inizieranno dopo il saluto del Presidente della

Provincia, e saranno moderati da Francesco Rosi (Comitato Maremma Viva) e Angelo Di Giorgio (Comitato Montalto Futura). Dopo il saluto dei referenti istituzionali, dalle 10 si entrerà nel vivo delle relazioni, partendo da “Quadro normativo – Attinenza del Programma Nazionale di smaltimento dei rifiuti radioattivi”, di Francesco Rosi, seguito da Angelo Di Giorgio che illustrerà il “Programma Nazionale – Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI)”.

Seguiranno le osservazioni per il Seminario Nazionale, con le tematiche di ordine generale: “Metodologia CNAPI – ordine di idoneità” di Xavier Santiapichi, seguito ancora da Di Giorgio che illustrerà lo “Stato di salute nella Provincia di Viterbo – indagini epidemiologiche”; prenderanno poi la parola Umberto Monarca (Università di Foggia) “Gli effetti sull’economia”, e Daniele Maras (Soprintendenza Archeologica – Etruria) “Osservazioni sulle aree archeologiche”.

Dopo una breve pausa, i lavori riprenderanno alle 11.30 con le osservazioni per il Seminario

Nazionale, stavolta su tematiche di ordine specifico, con gli interventi di Angelo Annibali, “Osservazioni dei Comuni delle aree interne”, Famiano Crucianelli (Biodistretto della Via Amerina e delle Forre) “Osservazioni dei Comuni del Biodistretto”. Interverranno inoltre Giorgio Grani (Giovani Confagricoltura), Luca Balletti (Federalberghi).

I moderatori proporranno infine una sintesi, a conclusione delle osservazioni, prima di avviare, alle 12 la Tavola rotonda: “La posizione della Provincia di Viterbo: una strategia unitaria”, con protagonisti il presidente, sindaci, comitati e associazioni di categoria presenti.

Convegno 15 10

Convegno 15 10