I principali modelli meteo tendono verso un’evoluzione più dinamica sull’Europa durante la prossima settimana.

Dopo l’anticipo di primavera, sembra che un peggioramento meteo di stampo invernale potrebbe lambire il nostro paese: le precipitazioni risulteranno tuttavia scarse e concentrate per lo più sulle Alpi di confine, sulle regioni adriatiche e al sud Italia con neve fino a quote basse.

Le restanti regioni della penisola saranno invece interessate dal calo termico ma con tempo stabile. L’irruzione fredda che dovrebbe quindi avvenire entro la fine della prima decade del mese di febbraio, è concorde con il cambio di asse del vortice polare. Vista la distanza temporale, vi invitiamo a rimanere aggiornati sulle possibili evoluzioni