VITERBO – Ecosistema urbano, sonora bocciatura per la città di Viterbo. Secondo quanto riportato in uno studio di Legambiente e Ambiente Italia sulla salute dei capoluoghi di provincia italiani, pubblicato da Il Sole 24 Ore, il capoluogo della Tuscia si attesta infatti tra i peggiori in Italia, piazzandosi al 102° posto su 104.

L’indagine si basa su 16 parametri divisi nelle macroaree Aria, Acqua, Rifiuti, Energie rinnovabili, Mobilità e Ambiente urbano. Il confronto avviene sulla base degli indicatori rimasti immutati. La somma dei punteggi ottenuti in tali ambiti ha condotto Viterbo tra i peggiori capoluoghi in Italia, seguita solo da Brindisi ed Enna.

Al vertice della classifica c’è invece la città di Mantova, seguita subito dopo dall’accoppiata Trento-Bolzano, di poco davanti a Parma.