BOLSENA – “Ancora dimissioni al vertice amministrativo del Comune di Bolsena! Dopo pochi mesi anche la “nuova” segretaria comunale decide di andarsene, come già era accaduto con il precedente segretario. Ormai il tempo di permanenza dei segretari comunali a Bolsena fatica a raggiungere i 12 mesi, con conseguenze pesanti per il Comune.

 

E’ la evidente conferma che i professionisti che “lasciano” la giunta Equitani lo fanno perché non trovano un contesto adeguato all’espletamento delle loro funzioni. A causa di ciò la gestione amministrativa sta sprofondando nelle sabbie mobili! Infatti, ad ogni cambio, il nuovo segretario comunale è costretto a studiarsi da zero i dossier amministrativi e non riesce a costituire il necessario punto di riferimento per i dipendenti comunali.

 

Ciò ha uno strascico evidente anche nelle pratiche di tutti i giorni richieste dai cittadini e più in generale sull’azione amministrativa, ormai del tutto paralizzata, solamente un anno dopo le elezioni.
E’ evidente che il continuo valzer di segretari comunali, di responsabili paesaggistici e, più in generale, di tutti i responsabili dei settori (due decreti del sindaco in quattro mesi!), crea un danno grave alla comunità, impedendo un normale funzionamento istituzionale del Comune.

 

Prova ne è che, nonostante le richieste avanzate da mesi dall’opposizione, l’Amministrazione non è stata neppure in grado di far chiarezza sulle cause di contenzioso pendente e sui notevoli costi dei futuri esborsi all’esito dei giudizi.

 

Il Sindaco non può, dunque, nascondersi dietro le solite scuse, ma deve chiarire in modo preciso cosa succede all’interno del Comune, chiarendo come intende affrontare i prossimi quattro anni di amministrazione.

 

Con una paralisi amministrativa di questo genere ed una maggioranza lacerata sarebbe certamente auspicabile una presa d’atto dell’incapacità di gestire la situazione, il cui unico sbocco corretto sarebbe costituito dalle dimissioni!”

 

Gruppo consiliare di opposizione
Unione di Forze in Comune per Bolsena

Commenta con il tuo account Facebook