ACQUAPENDENTE – Sabato 7 febbraio 2015, nell’ambito della manifestazione “Scuola aperta”, l’Istituto Omnicomprensivo di Acquapendente ha avuto occasione di accogliere Rossano Ercolini, maestro elementare che nel 2013 ha vinto il Goldman Environmental Prize, riconoscimento che viene definito “Nobel dell’ecologia” in quanto premio più prestigioso nella sua specie.

 

Ercolini ha iniziato ad impegnarsi per l’ambiente a metà degli anni settanta, opponendosi alla costruzione di un inceneritore vicino alla scuola dove insegnava ed è fondatore e presidente dell’associazione “Rifiuti Zero”, grazie alla quale ha portato 117 comuni italiani alla chiusura degli inceneritori e alla conversione al riciclaggio dei rifiuti.

 

Coerentemente con la tematica ecologista, inoltre, durante l’incontro presso il Leonardo da Vinci, sono stati proiettati i video “Come salvare la Terra e vivere felici“ e “Un mare di guai”, realizzati dal gruppo Trash Force costituito da alcuni studenti dell’Istituto. Sono intervenuti alla presentazione anche: Flaminia Tosini, dirigente Ufficio Rifiuti Regione Lazio, Bruno Ghigi, Raffaele Mauro e Vanessa Sansone, referenti regionali Zero Waste Italy.

 

La presentazione del libro “Non bruciamo il futuro” di Ercolini, nel corso della manifestazione, è stata il primo passo per una futura e produttiva collaborazione, inaugurata così con l’emozione dei docenti e degli studenti presenti. L’evento di sabato scorso rappresenta un tassello ulteriore per rendere concreto il motto: “Il pianeta può essere salvato solo dal soffio della cultura”.

Commenta con il tuo account Facebook