Nei giorni scorsi la cronaca locale ha dato ampio spazio alle operazioni della Polizia di Stato ed in particolare del Posto di Polizia Ferroviaria della stazione di Orte, operazioni grazie alle quali è stato possibile assicurare alla Giustizia un gambiano colpito da mandato di arresto europeo e due corrieri della droga, trovati in possesso di circa un chilo di sostanza stupefacente.

I brillanti risultati di questi ultimi giorni si vanno ad aggiungere a tutta una serie di attività e di servizi messi in campo dal personale della Polfer di Orte per garantire la sicurezza della stazione ferroviaria e di tutta la cittadinanza.

E’ noto, purtroppo, come individui senza scrupoli, i cosiddetti “pendolari del crimine”, si servano del treno per raggiungere i centri abitati, derubare cittadini anziani, raggirandoli, effettuare furti in abitazione e su auto in sosta e poi dopo qualche ora prendere di nuovo il treno e sparire.

E’ grazie alla costante attività di controllo, attuata quotidianamente dal personale della Polfer, che centinaia di persone vengono controllate nello scalo cittadino, servizi finalizzati al contrasto, ma soprattutto alla prevenzione dei reati.

Nell’anno appena trascorso, 16.122 persone sono state identificate, sia in stazione che a bordo treno e 57 sono state quelle deferite all’Autorità Giudiziaria, tra arrestati e denunciati, 60 le persone rintracciate colpite da mandato e 11 i minori rintracciati ed affidati.

Dati significativi che mostrano in cifre il lavoro svolto con abnegazione dalla Polizia Ferroviaria di Orte, alla quale va il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale, a riprova della stretta collaborazione tra le istituzioni, impegnate sinergicamente nella tutela e nella salvaguardia della sicurezza e della legalità.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email