ACQUAPENDENTE – Il Coordinamento Rifiuti Zero Lazio in collaborazione con Zero Waste Italy, Zero Waste Viterbo, Comunità Montana Alta Tuscia Laziale, Comune di Acquapendente e Istituto Omnicomprensivo Leonardo da Vinci di Acquapendente, organizzerà Sabato 7 Febbraio ad Acquapendente il primo incontro regionale “Osservatori Rifiuti Zero del Lazio: insieme in un’esperienza comune”. Tra i vari argomenti in discussione durante la giornata a cui prenderà parte Rossano Ercolini Presidente Zero Waste Italy e Zero Waste Europe la presentazione della proposta di Legge “Rifiuti Zero” la cui discussione è già iniziata in Commissione Ambiente. Le finalità generali del presente disegno di legge di iniziativa popolare si fondano su sette linee direttrici: 1) Far rientrare il ciclo produzione consumo all’interno dei limiti delle risorse del pianeta; 2) Rispettare gli indirizzi della Carta di Ottawa 1986; 3) Rafforzare la prevenzione primaria delle malattie attribuibili a inadeguate modalità di gestione dei rifiuti; 4) Assicurare l’informazione continua e trasparente alla comunità in materia di ambiente e rifiuti;

 

5) Riduzione della produzione dei rifiuti del 20% al 2020 e del 50% al 2050 rispetto alla produzione del 2000; 6) Recepire ed applicare la Direttiva quadro 2008/98 Ce; 7) Recepire ed applicare il risultato referendario del Giugno 2011 sull’affidamento della gestione dei servizi pubblici locali. Per perseguire le suddette finalità, il presente progetto di Legge contiene una serie di sette misure finalizzate a: 1) Promuovere ed incentivare anche economicamente una corrette filiera di trattamento dei materiali post-utilizzo; 2) Spostare risorse dallo smaltimento e dall’incenerimento verso la riduzione, il riuso ed il riciclo; 3) Contrastare il ricorso crescente alle pratiche di smaltimento dei rifiuti distruttivi dei materiali; 4) Ridurre progressivamente il conferimento in discarica e l’incenerimento; 5) Sancire il principio “Chi inquina paga” prevedendo la responsabilità civile e penale per il reato di danno ambientale; 6) Dettare le norme che regolano l’accesso dei cittadini all’informazione ed alla partecipazione in materia di rifiuti; 7) Introdurre forme di cooperazione tra Comuni per la raccolta porta a porta e la filiera di trattamento al fine di sviluppare l’occupazione locale in bacini di piccola-media dimensione che favoriscano l’attività di materiali e prodotti derivati da riciclo e recupero di materia.

 

PROGRAMMA EVENTO

 

Ore 10.00 – 13.00
Sede della Comunità Montana Alta Tuscia Laziale ad Acquapendente (Via Carmine 23) Giovanni Giuliani (Presidente della Comunità Montana Alta Tuscia Laziale)
Saluti di benvenuto e apertura dei lavori.

 

INTERVENTI
Rossano Ercolini (Presidente Zero Waste Italy e Zero Wast Europe)
“La strategia dei Rifiuti Zero e la funzione degli Osservatori”

 

Flaminia Tosini (Dirigente Ufficio rifiuti Regione Lazio)
“Il piano regionale dei rifiuti – l’utilizzo dei fondi europei”

 

On. Alessandro Mazzoli (Camera dei Deputati – Commissione Ambiente)
“L’inizio della discussione in Commissione Ambiente sulla proposta di Legge Rifiuti Zero”

 

Bruno Ghigi e Raffaele Mauro (Referenti regionali Zero Waste Italy)
“L’impegno dei Comuni nella strategia dei Rifiuti Zero”

 

Vanessa Sansone (Referente regionale Zero Waste Italy)
“Istituzione degli Osservatori sui Rifiuti Zero nei Comuni”

 

DIBATTITO COMUNITA’ MONTANA ALTA TUSCIA LAZIALE
“Il territorio della Comunità Montana verso Rifiuti Zero”

 

Ore 15.00 – 17.00
Sede dell’Istituto Omnicomprensivo Leonardo da Vinci di Acquapendente (Via Carducci snc)
Dirigente scolastico Luciana Billi
Saluti di benvenuto e apertura dei lavori nell’ambito della manifestazione “Scuola Aperta”

 

Professori Pier Luigi Filosomi e Marta Ronca
“La raccolta differenziata dentro e fuori la scuola: presentazione del progetto e proiezione del video “Come salvare la terra e vivere felici” e “Un mare di guai”

 

Rossano Ercolini (Presidente Zero Waste Italy e Zero Waste Europe)
Presentazione del libro “Non bruciamo il futuro”.

Commenta con il tuo account Facebook