VITERBO – Il tetrapak va gettato nel contenitore della carta e non più con l’indifferenziata. Nell’uso comune è utilizzato per la conservazione e il confezionamento di bevande e alimenti come ad esempio latte, succhi di frutta, panna, vino. I contenitori in tetrapak prima di essere gettati vanno sciacquati, schiacciati e piegati per ridurne il volume. I tappi e le altre parti in plastica vanno buttati nel corrispondente contenitore.

 

A darne comunicazione è l’assessore alle politiche per l’ambiente Andrea Vannini che commenta così la novità: “Un nuovo passo verso la diminuzione della frazione indifferenziata, perfettamente in linea con quanto previsto dal regolamento comunale in materia di rifiuti. Continuiamo a lavorare su più fronti: colloqui costanti con la società Viterbo Ambiente, comunicazione con i cittadini, controlli serrati per individuare chi abbandona rifiuti, sanzioni salate per i trasgressori”.

 

Intanto l’ecosportello ubicato presso il settore ambiente di via Garbini ha il suo bel da fare e i cittadini lo stanno individuando sempre più come riferimento. Al numero 0761 348 440 è infatti possibile richiedere informazioni in merito alle modalità di raccolta, orari degli ecocentri, ma anche prenotare il servizio gratuito a domicilio per il ritiro di pannolini e pannoloni. Dalla scorsa settimana inoltre lo stesso assessore Vannini ha messo a disposizione dei cittadini la propria mail istituzionale assessorevannini@comune.viterbo.it , al cui indirizzo è possibile segnalare disservizi, ma anche proporre suggerimenti per il miglioramento del servizio di raccolta rifiuti.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email