La Riserva Naturale Monte Rufeno ha presentato ufficialmente le due “Giornate dell’albero” in programma Giovedì 21 Novembre alle ore 10.00 e Sabato 23 alle ore 09.30 : “In occasione della giornata nazionale degli alberi”, sottolinea una nota informativa redatta appositamente dallo stesso Ente, “avrà inizio in tutto il Lazio la piantumazione di 30.000 alberi e arbusti messi a disposizione dal Parco Regionale dei Monti Aurunci. Giovedì la nostra area protetta ne piantumerà 4 al Parco Pineta e 2 lungo la strada Comunale Barlettara-Casavecchia. Sabato 23 appuntamento in Riserva, presso l’orto botanico, per la grande festa degli alberi. Nel ringraziare Comune Acquapendente e Istituto Omnicomprensivo “Leonardo Da Vinci” che hanno dato la loro adesione all’evento, ufficializziamo il Comunicato Stampa reso noto dalla Direzione Capitale Naturale, Parchi ed aree Protette a presentazione degli eventi che coinvolgeranno tutta la Regione”.

SCHEDA ALLEGATA

6 milioni di albero per il Progetto Ossigeno

Ha preso il via “Ossigeno”, 6 milioni di nuovi alberi per un Lazio sempre più green. Sei milioni di alberi, uno per ogni cittadino del Lazio. E’ il progetto lanciato dalla Regione per trasformare il Lazio in una Regione sempre più green, attenta alla qualità dell’aria e alla cura del territorio, delle aree verdi e dei parchi. Si parte il 21 Novembre: nella giornata nazionale degli alberi con la piantumazione di parte dei 30.000 alberi ed arbusti già pronti e messi a disposizione del Vivaio del Parco regionale dei Monti Aurunci. E’ il progetto “Ossigeno”: con un investimento di 12 milioni di euro dal 2020 al 2022 per acquistare alberi ed arbusti autoctoni certificati e sensibilizzazione Comuni, grandi aziende, cittadini interessati, associazioni ambientaliste ed onlus alla piantumazione diretta, in questo caso fornendo assistenza per la scelta delle piante e dei luoghi più adatti. La piantumazione partirà di luoghi e dalle strutture di competenza regionale come le scuole e gli ospedali pubblici e proseguirà nelle settimane successive con le università, i centri anziani, i luoghi della cultura, i parchi, le riserve, i monumenti naturali eccetera. Gli alberi saranno piantumati dal personale delle aree naturali protette del Lazio e dalle associazioni di Protezione civile. Tecnici, agronomi e forestali della Regione Lazio coordineranno i lavori. Il 21 Ottobre è inoltre partito il bando “Green” da 3 milioni di euro per promuovere e sensibilizzare i più giovani al rispetto dell’ambiente. L’iniziativa si inserisce nei percorsi educativi ed è finalizzata a dare ai giovani strumenti di conoscenza utili per renderli protagonisti dei processi di sviluppo dei territori alla luce delle sfide poste dal cambiamento climatico e dalla sostenibilità in generale. L’avviso pubblico promuove la costituzione di un “Catalogo regionale degli interventi di accompagnamento dei giovani per il rispetto dell’ambiente e per sostenere la sfida dei cambiamenti climatici”. Al bando stanno partecipando Enti del terzo settore, associazioni ambientaliste, Enti di gestione delle aree naturali protette regionali e dei Monumenti Naturali del Lazio. Che stanno lavorando su progetti relativi ai cambiamenti climatici, inclusione sociale, diritti e ambiente, gestione dei rifiuti. Educare alle 3 R (ridurre, riusare, riciclare). Queste iniziative sono parte di Lazio Green, le azioni concrete della Regione per far diventare il Lazio un territorio sostenibile. Così il Presidente Nicola Zingaretti: “Quello che è partito nel Lazio è il più grande piano di piantumazione alberi in tutta Italia, forse in Europa, per dare un segnale di controtendenza. Il progetto si chiama “Ossigeno”. Quella è la parola più naturale che ci viene per pensare alla vita. L’ossigeno è l’elemento più importante per la qualità della vita e continuare a vivere in questo pianeta”