REGIONE – “Il Parlamento ha definitivamente convertito in legge il decreto-legge n. 91/2017 contenente disposizioni sul Mezzogiorno. All’interno di questo provvedimento, il testo originario conteneva una disposizione su un regime agevolato a favore dei consorzi agrari, che non trovava alcuna giustificazione nella materia oggetto del decreto-legge.

“Il Governo – sottolinea il presidente di Confagricoltura Lazio, Sergio Ricotta – è ritornato inopinatamente sulla materia Federconsorzi, adducendo requisiti di necessità e urgenza, nell’ambito di un provvedimento che riguarda tutt’altro. Invece di affrontare l’argomento in modo complessivo e a favore di tutto il comparto agricolo, ancora una volta si è scelta la strada di far fronte ad esigenze contingenti dettate dalla crisi irreversibile dei 20 consorzi agrari rimasti”.

Ricotta fa presente poi la situazione dei consorzi agrari laziali con gestioni liquidatorie che si protraggono anche da più di vent’anni e che non danno benefici al sistema agricolo regionale.

“Ribadiamo – dice il presidente di Confagricoltura Lazio – la nostra contrarietà a disposizioni che tradiscono e annacquano il principio della mutualità intesa come scambio prevalente tra cooperativa e socio e il principio di non lucratività e riteniamo che, nonostante le disposizioni che tendono ad alterare il principio della libera concorrenza e che risulteranno illegittime anche sotto l’aspetto della compatibilità con il Trattato UE, la sorte dei consorzi agrari sia segnata, in quanto la gestione degli stessi si è sempre più allontanata dagli interessi dei soci e dagli scopi generali a favore del settore agricolo per cui sono stati istituiti”.

Confagricoltura Lazio ricorda come i consorzi agrari godano già dal 2009 del riconoscimento ex lege del requisito della mutualità prevalente, indipendentemente dai criteri stabiliti dal codice civile (a differenza di ogni cooperativa agricola che deve passare attraverso una rigorosa dimostrazione giuridica ed economica), ma non è bastato”.

Confagricoltura Lazio

Commenta con il tuo account Facebook