Da oggi la Asl di Viterbo ha avviato l’estensione della campagna vaccinale anti COVID alle persone ultraottantenni con fragilità, già prese in carico dai servizi sanitari aziendali.

 

In questa prima fase, infatti, al termine di un lavoro di classificazione della popolazione, stratificata in merito al rischio, i servizi preposti della Asl, con la preziosa collaborazione dei medici di medina generale, stanno chiamando le persone over 80 già assistite residenti nel Viterbese, per comunicare loro la data e la sede vaccinale presso la quale potranno ricevere il vaccino anti COVID.

 

Per tutti gli altri ultraottantenni la prenotazione del vaccino anti COVID tramite Cup sarà possibile a partire dal 25 gennaio.

 

Nel frattempo, da lunedì 18 gennaio inizierà il richiamo con la somministrazione della seconda dose per le 5005 persone che, alle ore 17 di ieri, si sono sottoposte a vaccino in tutte in tutte le sedi Asl. Tra queste: 1997 sono operatori sanitari aziendali, con un tasso di adesione dell’84,73% rispetto al totale, 193 sono i medici di medicina generale, oltre l’86% del totale, e 2408 sono operatori e ospiti delle Rsa e delle case di cura.