Al secondo giorno di zona gialla per il Lazio, i numeri dell’emergenza Covid-19, a due anni dall’inizio della pandemia, non sembrano cambiare. Dal bollettino giornaliero della Asl Viterbo, infatti, risultano altri 634 casi di positività accertati nella giornata di oggi, 4 gennaio 2021, e che riguardano persone residenti o domiciliate nel territorio della provincia di Viterbo.

Tuttavia, è altamente probabile che i dati resi noti dalla Asl Viterbo non descrivano con esattezza la situazione reale. Nei fatti, vi sarebbe uno scarto rilevante tra il numero di casi positivi accertati e/o resi noti alla Asl e il numero di soggetti la cui positività è stata accertata attraverso un tampone antigienico reperibile in farmacia. Come noto, infatti, a seguito dell’ordinanza della Regione Lazio il test antigenico rapido, se positivo, non deve essere confermato dal test molecolare che viene effettuato solo su richiesta del medico in base alla valutazione dei sintomi. 

A pochi giorni dell’entrata in vigore della menzionata ordinanza, alcune perplessità vengono sollevate dagli amministratori locali. Si teme, infatti, che il tracciamento dei casi positivi possa essere completamente compromesso a causa del ritardo con cui la Asl viene a conoscenza dei casi di positività rilevati con test antigienico e, di conseguenza, li comunica ai Comuni di residenza o domicilio.

A prendere posizione sulla questione è Luca Profili, sindaco di Bagnoregio, paese in cui i positivi accertati oggi secondo la Asl sarebbero 5. Diversamente, Profili comunica la positività di ben 18 cittadini, i quali, risultati positivi a seguito di test antigienico, lo hanno prontamente riferito al Primo cittadino.

«Oggi sono stati accertati 18 positivi nel comune di Bagnoregio. Non sono tutti di oggi ma sono coloro che sono risultati positivi agli antigienici nei giorni scorsi e che oggi abbiamo comunicato senza attendere ufficialità visto che quando arriverà probabilmente saranno guariti» – spiega il Sindaco Profili.

«Errore immenso aver messo in commercio i tamponi fai da te ed errore immenso aver tolto la verifica del molecolare, il tracciamento è diventato un lavoro pazzesco, semi impossibile. Io da oggi comunicherò i positivi senza attendere l’ufficialità della Asl, si sono persi giorni e dopo due anni di pandemia non è ammissibile. Da ieri sera un lavoro incredibile, grazie ai miei cittadini che con senso di responsabilità mi stanno comunicando la propria positività.»- conclude Profili.

Attualmente, solo nel comune di Bagnoregio, sono 42 i cittadini positivi al Covid-19.