VITERBO – Un Cryoultrasound donato all’ambulatorio di fisioterapia di Civita Castellana da parte dell’associazione onlus Una Mano per l’Ospedale. E, ancora, una ciclette polifunzionale e un’ercolina per l’ambulatorio dell’ospedale di Tarquinia messe a disposizione, rispettivamente, dall’associazione Cavalli alati e dall’associazione Presepe vivente.

 

Sono alcune delle numerose donazioni che nel 2014 sono giunte ai servizi dell’area della Riabilitazione della Asl di Viterbo dislocati su tutto il territorio provinciale e che si occupano principalmente di pazienti in fase acuta e subacuta con patologie ortopediche e neurologiche.

 

Il successo di ogni programma riabilitativo si basa, oltre che sulle abilità tecniche degli operatori, anche sulla possibilità di avere a disposizione strumenti che completino il trattamento, aiutando il paziente nell’esecuzione dei compiti e nella riprogrammazione neuromotoria. Da questo punto di vista il supporto delle associazioni di volontariato, negli anni, si è rivelato determinante.

 

“Le donazioni ricevute vanno ad arricchire la dotazione strumentale – spiega il direttore dell’area della Riabilitazione, Sandro Zucchi (foto) – e consentiranno di fornire all’utenza trattamenti ancora più efficaci. Ad esempio, avere nella palestra di fisioterapia di Tarquinia una cyclette da poter utilizzare e inserire nei programmi di riabilitazione, migliora il servizio già offerto ai pazienti, garantendo risultati ottimali nel recupero muscolare e articolare degli arti inferiori, nonché sul sistema cardiocircolatorio e respiratorio. L’ercolina, invece, è un ausilio importante per il recupero funzionale e per il rinforzo muscolare dell’arto superiore, in modo particolare per i pazienti in fase acuta post operatoria e post traumatica che si rivolgono all’ambulatorio del litorale”.

 

“Il Cryoultrasound donato a Civita Castellana – aggiunge il coordinatore dei servizi di Fisioterapia, Renzo Scolastici – è un apparecchio elettromedicale innovativo che sfrutta l’azione combinata della crioterapia e dell’ultrasuonoterapia per ottenere un effetto antalgico e antinfiammatorio, accelerando i processi di guarigione. Il Cryoultrasound è indicato in traumatologia sportiva, ortopedica e in reumatologia e, integrandosi con i trattamenti già proposti ai pazienti, consente di garantire risultati migliori in tempi più brevi. Ringrazio, infine, l’associazione Una mano per l’ospedale anche per la generosità e la sensibilità dimostrata con la donazione di arredi che hanno consentito di migliorare il comfort degli ambienti dedicati nella struttura di Civita Castellana”.

Commenta con il tuo account Facebook