Per fare in modo che l’igiene orale sia sempre garantita e per ottenere una migliore rimozione della placca nonché una riduzione della gengivite, l’uso dello spazzolino elettrico è fondamentale. Questo dispositivo di ultima generazione utilizza infatti la tecnologia oscillante-rotante rispetto a un modello manuale. La suddetta azione specie se quotidiana è quindi un toccasana per denti, gengive e cavità orale.

I validi motivi per assicurarsi l’igiene orale

L’igiene orale è una pratica che dovrebbe essere eseguita costantemente (almeno dopo ogni pasto) per mantenere i denti liberi dalla carie e da eventuali rischi di infezioni come ad esempio la parodontite. Gli studi effettuati da autorevoli esperti del settore, hanno in tal senso dimostrato che le malattie orali non trattate possono far aumentare il rischio di condizioni di salute avverse, pertanto mantenere una buona igiene orale si rivela preziosa per il benessere generale.

Detto ciò, va aggiunto che l’obiettivo principale dell’igiene orale è prevenire l’accumulo di placca che può causare carie o infezioni gengivali. Inoltre la bocca funge da porta per le parti interne del corpo, per cui se non si cura c’è il rischio di incorrere in malattie sistemiche come ad esempio il diabete. La suddetta ricerca di Harvard mostra che i pazienti con malattia parodontale hanno un rischio maggiore di contrarre patologie cardiache. In base a quanto sin qui descritto, si evince che l’uso di uno spazzolino elettrico è fondamentale per un’igiene orale duratura e rassicurante.

Come usare correttamente lo spazzolino elettrico

Per avere una bocca pulita, denti sempre luminosi e gengive sane, usare uno spazzolino elettrico correttamente è fondamentale per ottenere i migliori risultati. Per portare a buon fine l’operazione, in primis bisogna impugnare il dispositivo con un’angolazione di circa 45 gradi contro il bordo gengivale dove cioè si incontrano gengive e denti. In secondo luogo è necessario tirare delicatamente le setole lungo il bordo gengivale stesso, in modo da consentire alle vibrazioni emesse dallo spazzolino di pulire a fondo l’area.

Questo tra l’altro è un metodo che non richiede necessariamente di spazzolare vigorosamente avanti e indietro come in genere si usa fare avendone tra le mani uno manuale. Anche l’uso di una quantità giusta di dentifricio (delle dimensioni di un pisello) è più che sufficiente per garantire una corretta igiene della bocca, dei denti e delle gengive. A margine va altresì aggiunto che sul mercato tradizionale ed online gli spazzolini elettrici sono disponibili anche con un timer e alcuni come ad esempio i modelli di noti brand, emettono persino dei segnali acustici stimati dopo due minuti, in modo da poter trascorrere la stessa quantità di tempo spazzolando ogni quadrante in bocca e quindi ottimizzando il risultato prefissato.

Articolo precedenteIl Presidente Romoli ha ricevuto Christian Gasparri, pugile di Tarquinia vincitore del titolo di campione del mondo IBO Youth
Articolo successivoAvalanche: Cos’è e Come funziona il token AVAX