VITERBO – Nei giorni scorsi l’Avis provinciale ha donato al Servizio Immunotrasfusionale della Asl di Viterbo (Simt) 26 bilance basculanti da prelievo che saranno utilizzate presso i 60 punti di raccolta di emocomponenti presenti nel territorio della Tuscia.

 

La presenza delle bilance da prelievo, che hanno lo scopo di misurare la quantità di sangue raccolto dai donatori e di trasmettere i dati al sistema gestionale, rappresenta uno dei requisiti obbligatori previsti per l’accreditamento dei servizi trasfusionali da parte della Regione Lazio.

 

“La collaborazione ormai consolidata tra Avis e Simt – spiega il direttore del servizio, Tiziana Riscaldati – ha garantito negli anni di mantenere viva la cultura della donazione e ha portato la provincia di Viterbo a un livello di donazioni tra i più rilevanti nel Lazio”.

 

Sono state, infatti, oltre 17mila le unità di emocomponenti raccolte nel 2014. Un risultato notevole che ha contribuito a rendere possibile il riconoscimento del Simt della Asl di Viterbo quale polo produttivo regionale.

 

“Con l’ultima donazione delle bilance basculanti – conclude Tiziana Riscaldati – l’Avis provinciale, ancora una volta, ha fornito un contributo essenziale al conseguimento dell’operatività dei punti di raccolta nel rispetto della normativa, in attesa del completamento della dotazione tecnologica. Per questa ragione, anche per contro della Direzione strategica della Asl di Viterbo, intendo ringraziare i donatori della nostra provincia. Grazie anche al loro contributo il Simt potrà arrivare in tempi rapidi al conseguimento dell’accreditamento definitivo”.

Commenta con il tuo account Facebook