Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Tra i Paesi europei occidentali l’Italia è uno di quelli con il maggior tasso di obesità; condizione, questa, frutto di una cattiva alimentazione e di uno stile di vita poco dinamico. Tali attitudini, se non corrette per tempo, possono portare a situazioni decisamente rischiose per la salute.

 

Alla luce di ciò la Asl di Viterbo, unitamente a Coldiretti Viterbo, hanno inteso attuare un progetto di comunicazione e formazione incentrato sulla sana alimentazione e sul corretto stile di vita da tenere.

 

“Mangia sano, prendici gusto”. Questo lo slogan scelto per il lancio di un progetto che avrà come peculiarità quella di diffondere tale messaggio, attraverso del materiale divulgativo, in enti pubblici, associazioni di volontariato, istituti scolastici, centri anziani, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta.

 

“Abbiamo la fortuna – spiega il commissario straordinario della Asl viterbese, Luigi Macchitella – di vivere in un territorio ricco di prodotti di qualità. Purtroppo però, la diffusa abitudine di saltare il pranzo, rifugiandosi in un pasto veloce e spesso poco sano, ha incentivato la presenza di tale problematica. E pertanto importante propagandare uno stilo alimentare corretto; nel far ciò Coldiretti Viterbo svolgerà una funzione determinante, promuovendo l’utilizzo di prodotti atti a recuperare una correttezza alimentare che trova la sua maggiore espressione in piatti legati alla tradizione: pasta e fagioli, ad esempio, è un piatto sano che da solo, preparandolo preferibilmente con prodotti di qualità, è in grado di fornire la medesima quantità di amminoacidi essenziali presenti in una fetta di carne”.

 

“Quando siamo stati contattati per prendere parte a questa iniziativa legata al mangia sano e bene – sottolinea il direttore di Coldiretti Viterbo, Ermanno Mazzetti – abbiamo aderito subito con entusiasmo, essendo questa una delle nostre principali battaglie. Poter sensibilizzare le varie realtà del territorio, soprattutto i ragazzi delle scuole, su questo importantissimo tema sarà senza dubbio utile al fine di favorire la tendenza al consumo di prodotti sani e di qualità.

 

Expo 2015 – aggiunge Mazzetti – sarà incentrato sul cibo. Essendo Coldiretti e la Asl presenti a Milano sarebbe a mio avviso proficuo promuovere questo progetto anche a livello internazionale. Fortunatamente, il nostro territorio è ricco di prodotti eccellenti che non hanno nulla da invidiare ad altre realtà nazionali e non; per questo è fondamentale riuscire a valorizzarli come si conviene, compiendo così un passo sempre più ampio verso il saper mangiare e vivere in maniera sana”.

 

Ermanno Mazzetti e Luigi Macchitella firmano il protocollo
Ermanno Mazzetti e Luigi Macchitella firmano il protocollo
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email